Cronisti identificati e bloccati; Unirai: “Episodio che merita chiarezza immediata”

E’ paradossale leggere di cronisti che vengono identificati e addirittura portati in una cella di sicurezza di un commissariato di polizia.
I giornalisti, i fotografi e gli operatori di ripresa svolgono un ruolo fondamentale per l’esercizio della libertà di informazione in uno stato democratico.
Unirai esprime solidarietà ai colleghi Angela Nittoli, Massimo Barsoum e Roberto Di Matteo, bloccati e portati in commissariato mentre stavano seguendo un’azione di Ultima Generazione a Roma.
Speriamo che su questo episodio sia fatta chiarezza al più presto.

Lo scrive in una nota il sindacato Unirai, liberi giornalisti Rai

0 0 votes
Vota l'articolo
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
13,699FollowersFollow

Leggi anche

Articoli correlati

0
Would love your thoughts, please comment.x