Ddl Zan. Rauti ad Atreju: FdI orgogliosa della sua coerenza. Si voleva punire chi dissente da pensiero unico

 è stata sempre coerente e compatta nella sua contrarietà al Ddl Zan perché è una proposta ideologica, faziosa e oltranzista. Non voleva davvero combattere le discriminazioni ma imporre un’ideologia. Puntava a punire con nuovi reati una fobia che non c’è; a colpire chi dissente dal pensiero unico e ad introdurre nelle scuole i programmi gender , privando così i genitori della libertà di pensiero nella scelta educativa. A monte di questo ddl c’era la volontà di costruire una società gender-fluid insomma, senza dimensione sessuata maschile e femminile che è inaccettabile perché cancella l’identità di genere e le differenze tra uomo e donna. E proprio questa rigidità dei promotori sull’identità di genere è stata alla fine una delle ragioni dell’affossamento del ddl. Il Pd ne ha fatto un manifesto ideologico, oltranzista ed intollerante su cui con arroganza si è arroccato. E questo atteggiamento ne ha di fatto decretato la fine”. A dirlo il vice presidente vicario di in Senato Isabela Rauti, presentando il libro di Mantovano “Legge Omofobia, perche non va” sul palco di Atreju.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
9,757FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati