De Priamo (FdI): “Corsia preferenziale occupazioni abusive e centri sociali: per maggioranza Gualtieri è più proficuo occupare che richiedere regolarmente un alloggio”

“In Commissione Patrimonio e Politiche Abitative si è discusso un atto presentato dalla maggioranza che, appellandosi ai regolamenti regionali, vuol ampliare dal 10% al 25% la riserva degli alloggi da destinare, in via preferenziale e al di là delle graduatorie, a chi si trova in situazioni particolari tra cui sfratto e sgombero a seguito di occupazione. Inoltre, appellandosi alla medesima normativa, un ulteriore 10% andrebbe ai casi gestiti dal Comitato per l’Ordine Pubblico e la Sicurezza, portando al 35% la riserva di alloggi sottratti a regolari graduatorie”. Lo dichiara il consigliere capitolino di Fratelli d’Italia Andrea De Priamo, Presidente della Commissione Trasparenza.

“Così facendo il PD a Roma apre un canale preferenziale per l’assegnazione di alloggi e immobili a tutte quelle realtà occupate afferenti all’estrema sinistra che potranno tranquillamente scavalcare le migliaia di famiglie che si trovano in difficoltà economica e hanno regolarmente fatto richiesta di un’assegnazione per una unità abitativa. Secondo la maggioranza che sostiene Gualtieri, per avere un immobile è più utile aver occupato illegalmente uno stabile che aver presentato una regolare domanda. Spiegassero la loro distorta e faziosa visione dell’edilizia residenziale popolare a tutti quei cittadini che, senza colorazione politica alcuna e senza copertura i chi gestisce le occupazioni abusive a Roma, si trovano in situazione di indigenza e da anni attendono un alloggio. Noi, in Aula Giulio Cesare, daremo battaglia contro questo provvedimento affinché le case vengano assegnate a chi ha realmente bisogno, e non agli amici degli amici”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
8,361FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati