De Priamo (FdI): “La maggioranza di Gualtieri si fa dettare agenda da centri sociali e per giustificarsi insulta Giorgia Meloni”

“Il teatrino andato in scena ieri in Assemblea Capitolina va ben oltre il limite della decenza. Con la mozione 166, portata in aula dalla maggioranza a trazione PD, l’Assemblea Capitolina intende adoperarsi per la l’abrogazione dell’art. 5 della legge 80/2014 e intende procedere alla concessione della residenza ampliando la possibilità di applicazione dell’art. 5 comma 1 quater a tutte le occupazioni al di là dei soggetti che le pongono in essere. Mentre la città è investita da problemi e disservizi di ogni ordine e grado, la maggioranza del Sindaco Gualtieri preferisce concentrarsi su un regalo bello grosso ai centri sociali”. Lo dichiara il consigliere capitolino di Fratelli d’Italia Andrea De Priamo, Presidente della Commissione Trasparenza.

“La relazione alla mozione presentata in aula è stata infarcita di elementi non rispondenti al vero ed ha estremizzato alcune criticità che la legge 80 nella sua attuale formulazione risolve già. La possibilità di iscrizione della residenza in un immobile occupato legittima una illegalità e consente l’accesso a tutti i servizi a domanda individuale e all’allaccio delle utenze anche in assenza di un valido titolo di possesso dell’immobile. Va sottolineato che la legge consente già ai sindaci la possibilità di concedere la residenza ad alcune categorie, ad esempio ai richiedenti asilo o a famiglie con minori e soggetti fragili, ma il PD intende concedere questi benefici a qualsiasi tipologia di occupante. In una città in cui l’emergenza abitativa è a livelli ben più che allarmanti, mentre cittadini che non intendono violare la legge sono in attesa di una casa popolare che gli spetta di diritto, si preferisce sanare abusi e illegalità consentendo che le case che andrebbero consegnate a onesti cittadini indigenti finiscano nelle mani di occupanti che, come dimostrato da numerose inchieste, spesso fanno parte di un vero e proprio racket delle occupazioni organizzato e gestito dalla sinistra estrema. E, secondo noi, potrebbe non essere un caso che da quando si è insediata la Giunta Gualtieri le occupazioni hanno ripreso forza e vigore, magari perché consapevoli di una rapida e assicurata sanatoria”.

“La ciliegina sulla torta, in questo festival del surreale che la maggioranza ha messo in piedi a palazzo Senatorio, è stata l’uso dell’attacco personale immotivato e assolutamente fuori dal contesto alla Presidente Nazionale di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni – conclude De Priamo. Siamo preoccupati per come l’idea di legalità e rispetto delle regole sia stata calpestata e siamo solidali con le migliaia di famiglie che da decenni attendono un immobile che, magari, in questo momento è in mano ad amici dell’attuale maggioranza”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
8,509FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati