De Priamo (FdI): “Per i dipendenti Atac sospesi i diritti di partecipazione attiva alle elezioni”

“La Direzione di Atac, a fronte delle comunicazioni da parte dei propri dipendenti di partecipazione alle elezioni politiche come rappresentanti di lista, sta respingendo larga parte delle richieste. Pertanto, i lavoratori di Atac vedono negarsi quello che è un diritto costituzionale”. Lo dichiara il consigliere capitolino di Fratelli d’Italia Andrea De Priamo, Presidente della Commissione Trasparenza.
“Se da un lato è comprensibile andare a tutelare l’erogazione dei servizi di trasporto pubblico, dall’altro non è accettabile che la disorganizzazione dell’azienda si riverberi negativamente sui diritti politici dei lavoratori. Sarebbe bastato prevedere modalità, forme e limiti per la presentazione delle richieste per non dover procedere a dinieghi massivi e ingiustificabili. Pertanto presenteremo una interrogazione in Assemblea Capitolina per comprendere le responsabilità e valutare la lesione del basilare diritto di partecipazione alla vita politica del proprio Paese”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
9,735FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati