De Priamo (FdI): “Trasporti e illuminazione pubblica: non siano i cittadini romani a pagare la crisi per la guerra”

“L’ipotesi, allo studio del Governatore del Lazio Zingaretti e del Sindaco di Roma Gualtieri, di ridurre i servizi di trasporto pubblico e l’illuminazione della città di Roma, è assolutamente inaccettabile”. Lo dichiara il consigliere capitolino di Fratelli d’Italia Andrea De Priamo, Presidente della Commissione Trasparenza.
“Ci siamo battuti per anni, nella scorsa consiliatura, chiedendo interventi seri e concreti per il risanamento delle società partecipate di Roma Capitale messe in ginocchio da gestioni scellerate. E oggi, a causa dell’aumento dei costi dei combustibili, la strategia elaborata da Regione e Comune, sarebbe diminuire le corse di metro e bus e ridurre l’illuminazione delle strade, creando maggiori difficoltà di spostamento ai cittadini, scaricando sui cittadini i costi del carburante per l’uso delle auto private e aumentando l’insicurezza che strade buie e poco illuminate comportano. Se le società partecipate non sono in grado di gestire questa crisi energetica e l’aumento dei costi, devono essere Regione e Comune a farsene carico interloquendo col Governo al fine di non aumentare il già rilevante disservizio dei mezzi pubblici e di non rendere buie ed insicure le strade di Roma”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
8,351FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati