Di Giuseppe (FdI): Cocco sta morendo. Adoperarsi per i connazionali detenuti all’estero

“Maurizio Cocco, un ingegnere di Fiuggi detenuto in Costa d'Avorio in condizioni medioevali, con violazione delle norme processuali e dei diritti umani, sta morendo.” Lo dichiara Andrea Di Giuseppe, unico parlamentare di Fratelli d'Italia eletto all'estero, commentando la situazione dell'ingegner Cocco, detenuto nella prigione di Abidjan in Costa d'Avorio, una struttura pensata per poco più di mille persone ma che ne ospita oltre diecimila. “L'ingegner Cocco, lo dico senza mezze misure, sta morendo. È stato prima incolpato di far parte di un'organizzazione di narcotraffico e arrestato. Successivamente alla caduta di queste imputazioni, è stato accusato di frode fiscale senza che venissero esibite le prove: è in regime di carcere preventivo da giugno 2022, un periodo di detenzione addirittura superiore a quello di una possibile condanna per il reato contestato. Cocco, vive in una camerata di pochi metri quadrati con decine di persone, senza servizi igienici, e privo di assistenza sanitaria per le sue gravissime patologie. Bisogna fare in modo – conclude l'onorevole Di Giuseppe – che i duemila italiani incarcerati in tutto il mondo abbiano un giusto processo, siano liberati in caso di innocenza o vengano riportati in Italia nel caso le leggi internazionali lo consentano. Come già fatto per altri connazionali, mi adopererò per tutte queste persone, dimenticate da troppi anni”.

0 0 votes
Vota l'articolo
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
13,699FollowersFollow

Leggi anche

Articoli correlati

0
Would love your thoughts, please comment.x