Dl Coesione. La Salandra (FdI): 74 miliardi per ridurre i divari e per un’Italia più competitiva in Europa

“Il decreto Coesione, approvato alla vigilia del 1 maggio nel corso del Consiglio dei Ministri, fa parte di un disegno strategico più ampio del , che ha prima ridisegnato la governance del PNRR e poi riformato le politiche di coesione, coordinando le politiche di sviluppo come mai era stato fatto prima, grazie alla guida autorevole e alla visione del ministro Fitto e di Giorgia .

74 miliardi di euro destinati alla riduzione dei divari territoriali, con misure specifiche per il Mezzogiorno, atte soprattutto a rafforzare le amministrazioni periferiche e a rendere l'Italia più coesa e competitiva in Europa. Un cambio di passo decisivo, soprattutto per il Sud, che prevede l'individuazione di interventi prioritari in ambito di risorse idriche, infrastrutture per il rischio idrogeologico e la protezione dell'ambiente, rifiuti, trasporti e mobilità sostenibile, energia, sostegno allo sviluppo e all'attrattività delle imprese”.

Così in una nota il deputato di Fratelli d'Italia Giandonato La Salandra.

0 0 votes
Vota l'articolo
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
13,699FollowersFollow

Leggi anche

Articoli correlati

0
Would love your thoughts, please comment.x