Dl Rilancio. Iannone (FdI): governo abbandona settore autobus turistici e NCC

“La crisi degli autobus turistici e degli NCC è profonda. Il Coronavirus ha colpito un settore che mette a rischio circa 6mila imprese bus, 30mila aziende di NCC a pieno regime, circa 60mila autisti e circa 5mila addetti per l’indotto. Il governo ha abbandonato questo settore che sta soffrendo la totale cancellazione delle prenotazioni delle gite scolastiche, congressi, viaggi culturali, escursioni crocieristiche. E pure il decreto Rilancio, che nella logica di questa inadeguata maggioranza avrebbe dovuto avviare la ripresa, non interviene sul comparto trasporti turistici e sul turismo in genere. A conferma del disinteresse del ministro Franceschini per tutto il comparto del turismo. La loro legittima protesta, quindi, non può rimanere inascoltata ed è necessario non soltanto ascoltarli ma anche raccogliere le loro richieste. Fratelli d’Italia è vicina a questo settore, che oggi protesta in piazza, e presenterà un pacchetto di emendamenti che consentano di dare ristoro a questo settore che non va abbandonato ma anzi sostenuto con misure specifiche e qualificanti”. Lo dichiara il senatore di Fratelli d’Italia, Antonio Iannone.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
7,158FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati