Dl Scuola. Iannone (FdI): pessimo decreto, maggioranza massacra settore per poltrona

“Come denunciamo dall’inizio siamo dinanzi a un pessimo decreto. Il governo, la ministra e la maggioranza hanno dimostrato non solo di non saper governare i processi per la vita della scuola ma neanche il Parlamento. Soltanto grazie al senso di responsabilità delle opposizioni il decreto Scuola non scadrà. La maggioranza si è fatta ostruzionismo da sola, incurante dei veri bisogni dell’intero mondo scolastico: alunni, famiglie, personale non docente, docenti e dirigenti scolastici, scegliendo così la linea della ministra Azzolina. Dopo una farsa ignobile su tanti temi, ma in particolare sulla questione del concorso a crocette, hanno deciso di sacrificare tutto in nome della propria poltrona ponendo la questione di fiducia. Infatti, Pd, Leu, Italia Viva, M5S ed Autonomie hanno bocciato tutti gli emendamenti per la stabilizzazione dei precari della scuola compreso quello del senatore del Pd Verducci. Fratelli d’Italia, pur vedendosi bocciati tutti i suoi emendamenti, ha votato quello del collega Verducci, nonostante fosse del Pd perché ci sta veramente a cuore il destino dei precari. Come temevo, però, l’emendamento è stato bocciato con i voti contrari del suo stesso partito e di tutti gli altri di maggioranza, a conferma che mentre noi mettiamo davanti a tutto gli interessi dei precari, la maggioranza preferisce quelli della propria poltrona. Ciononostante, Fratelli d’Italia ha fornito un contributo di soluzioni attraverso i suoi 43 emendamenti e 3 ordini del giorno, ma l’arroganza e l’incapacità, come consuetudine, ci ha lasciati inascoltati. Bocciato il mio emendamento per la stabilizzazione dei docenti precari, calpestando così il di oltre due anni anche se continueremo con coerenza e perseveranza a portare avanti. E bocciati anche gli emendamenti che ho presentato per mettere in sicurezza gli edifici scolastici, dare risposte alle problematiche degli alunni diversamente abili e garantire uno scudo penale ai Dirigenti Scolastici. Oltre a quelli per i dirigenti scolastici ricorrenti, per i docenti delle suppletive 2016, per i docenti di religione cattolica, per i DSGA ff, per le scuole paritarie, per la mobilità studentesca. Sono molto deluso. Maggioranza e governo dovranno assumersene la responsabilità di questo massacro della scuola italiana e per le risposte sbagliate e tardive che per giorni hanno sequestrato la scuola italiana”. Lo dichiara il senatore di Fratelli d’Italia, Antonio Iannone, capogruppo in Commissione Istruzione.

Redazione
Redazione
La Redazione de La Voce del Patriota

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
8,509FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati