Dl Ucraina. Chiesa (FdI): Al fianco di Kiev per una pace giusta

“I feroci combattimenti delle ultime settimane ci dimostrano il coraggio delle Forze Armate ucraine che difendono la propria Patria ma ci fanno anche capire che il nostro sostegno, anche militare, è vitale. L’Ucraina ci chiede la possibilità di difendersi. Di difendere la propria sovranità nazionale, la propria democrazia, la propria libertà. La Patria non è un’opinione o una bandiera. La Patria si difende. L’Italia ha finora mandato aiuti all’Ucraina con cinque decreti. Il contenuto di questi cinque decreti è stato secretato dal Governo che li ha realizzati: il Governo Draghi. Tutto quello che sta facendo il Governo Meloni, in carica da pochi mesi, è implementare le decisioni del Governo precedente. Che piaccia o no, questa è la verità. Tutti vogliamo che la guerra finisca ma la pace deve essere giusta, non una resa incondizionata. Il è impegnato con la massima determinazione ai tavoli internazionali al fianco dell’Alleanza atlantica e dell’Unione Europea in un’azione comune che porti ad un negoziato di pace. Pace, non resa! La resa dell’Ucraina sarebbe la resa dell’intera Europa”. Lo ha detto in Aula durante l’esame del dl Ucraina Paola Maria Chiesa, deputato di Fratelli d’Italia e capogruppo in commissione Difesa alla Camera.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Discussioni

12,074FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati