DPCM, La Pietra (FdI): allarme associazioni agricoltura fondati

“Gli allarmi delle associazioni di categoria agricole sulle conseguenze delle nuove disposizioni di restrizioni, a causa del diffondersi dei contagi, sono fondate e condivisibili. Fin dalla crisi della scorsa primavera, come Fratelli d’Italia, avevamo denunciato come la chiusura del canale Ho.re.ca impattasse in maniera fortemente negativa su alcuni settori agricoli, e su questo abbiamo presentato emendamenti e proposte concrete per sostenere il settore, penso in particolare alla filiera del latte e dell’allevamento, ma il governo è rimasto sostanzialmente sordo. Oggi rischiamo un ulteriore ed inutile colpo all’economia agricola di queste filiere. Un governo incapace di gestire questa situazione, che si rifugia in provvedimento che sono i meno efficaci ma i più semplici da attuare, senza considerare i numerosi risvolti che essi provocano. Non solo chiusura dei locali con conseguente perdita di posti di lavoro, ma non sono valutati gli effetti provocati dal minor consumo di prodotti e la perdita causata in maniera collaterale. Va bene ristori alle attività commerciali direttamente penalizzate dal decreto, ma occorrono risorse e ristori anche agli agricoltori e agli allevatori che avranno una perdita consistente di fatturato”.

Lo dichiara il senatore di Fratelli d’Italia Patrizio La Pietra, capogruppo in commissione Agricoltura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
7,120FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati