Equo compenso: Varchi (FdI), oggi con legge Meloni più tutele per professionisti grazie al cdx

“Con la legge a prima firma oggi si compie un passo avanti decisivo verso il superamento delle ‘lenzuolate’ del centrosinistra, a tutela del diritto a una giusta remunerazione delle prestazioni professionali. Fratelli d’Italia ha scelto di dedicare la quota riservata all’opposizione all’esame di questa legge perché riteniamo doveroso arginare la proletarizzazione delle professioni e tutelare quel popolo di partite vessato dai poteri forti che oggi troveranno in questa legge un limite al loro strapotere. Apprezzo l’impegno del Governo, formalizzato con approvazione mio ordine del giorno, per stanziare subito i fondi necessari ad ampliare l’ambito di applicazione. Auspico che già nella prossima sessione di bilancio si proceda in tal senso per dare piena attuazione alla volontà politica unanime, manifestata oggi dal Parlamento. Il tema della remunerazione delle prestazioni professionali è quanto mai attuale e oggi la violazione sistematica del diritto ad un equo compenso riguarda centinaia di migliaia di professionisti, anche quelli non organizzati in ordini e collegi, ai quali vogliamo dare un messaggio di speranza in questo momento storico così difficile per chi si è ritrovato sostanzialmente abbandonato dalle istituzioni. L’approvazione della legge dimostra la nostra capacità di dare attuazione alle legittime istanze degli italiani”
Così in aula il deputato di Fratelli d’Italia Carolina Varchi, capogruppo in commissione Giustizia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
7,138FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati