Che Berlusconi la guardi con manifesto fastidio e la faccia boicottare dai suoi media, praticamente oscurandola su tutti i TG, è normale. Giorgia Meloni è “ingombrante” e il suo Fratelli d’Italia comincia ad essere un vero partito, con un programma solido, serio, realizzabile e non certo l’armata di energumeni più o meno ignoranti, nostalgici del fascismo che fu, come si tende a presentare per dare a Fratelli di’Italia più discredito possibile.

Da che l’Evita italiana ha cominciato a fare politica, quindicenne nella borgata rossa della Garbatella, Giorgia Meloni non ha mai sbagliato un colpo. E’ arrivata a fondare un partito tutto suo, pur di non appartenere alla folta schiera dei “signor sì” tanto di moda nella politica nazionale. E senza finanziamento pubblico, senza gli sponsor dei poteri forti, senza i media a supporto, è riuscita a farlo crescere e, almeno a sentire i sondaggisti, si prepara vederne l’ascensione ancora più in alto nel firmamento della politica che conta.

Ecco forse perché Giorgia non è particolarmente amata anche da Matteo Salvini, che dovrebbe essere il suo alleato naturale, e che invece nicchia e tentenna. Va bene, lo sanno tutti che Matte Salvini prima delle ultime regionali fosse particolarmente interessato al risultato dei sui alleati per valutare che possibilità avesse la Lega di arrivare al 50% che permettesse un governo in perfetta solitudine. Ma sebbene sia la Lega che Salvini abbiano riportato un grande successo, il traguardo del 50% solitario è davvero troppo lontano per essere un obiettivo credibile. E allora perché questo ostracismo nei confronti della Meloni? Forse perché lei a differenza degli altri quello che dice lo farebbe davvero? Ci viene da pensare che sia troppo brava per i politici nostrani, che finiscono per temerla, lei sempre così preparata, sempre pronta nelle risposte, con un’insospettabile capacità di esprimersi in inglese e francese lì dove i suoi colleghi danno l’idea di ragazzini delle elementari, e con la grinta e il cipiglio di un vecchio leader navigato.

Sia come sia, alle prossime Europee ci sarà una bella prova del fuoco sia per i partiti ormai affermati, che per quelli emergenti, come ad esempio proprio Fratelli d’Italia, che sempre di più mostra una grande capacità di attrattiva. Prova ne sono le liste, quelle del partito della Meloni mai interessanti come quest’anno. E diamo dunque un’occhiata che potrà spiegare bene cosa intendiamo.

Capolista in tutta Italia, sarà la nostra Giorgia Meloni, che avrà il compito di trainare tanti giovani capaci e volenterosi, onesti e preparati che devono farsi conoscere dalla maggioranza delle persone. Nuovi ingressi nel partito, quello di Caio Giulio Cesare Mussolini, pronipote di Benito e quello di Elisabetta Gardini, quest’ultima già portavoce di Forza Italia, attratta dai programmi e dalle indiscusse capacità della nostra leader. C’è poi il grande sociologo Alberoni, un intellettuale su cui non si può discutere.

Nella circoscrizione Italia nordovest, ecco i candidati: Giorgia Meloni, Francesco Alberoni, Giovanni Berrino, Fabrizio Bertot, Ubaldo Emilio Borchi, Marina Chiarelli, Novella Ferrini, Carlo Fidanza, Pietro Fiocchi, Daniela Garnero Santanché, Agostino Ghiglia, Rosaria Lombardi, Giovanni Maullu, Nicoletta Molinari, Federica Picchi, Mafalda Poli, Paola Renata Radaelli, Giuseppe Romele, Roberto Rosso, Maurizia Rota.“

Nella circoscrizione Italia nordest: Giorgia Meloni, Sergio Antonio Berlato, Giorgia Meloni, Sergio Antonio Berlato, Cristian Bolzonella, Luca Ciriani, Renata Dalfiume, Isabella Dotto, Michele Facci,  Elisabetta Gardini, Francesca Gerosa, Giulia Manzan, Massimo Mariotti, Fabio Pietrella, Maria Cristina Sandrin detta “siora Gina”, Remo Sernagiotto, Gianfranco Stella.

Candidati per la circoscrizione Italia Centro, sono 15, e più precisamente sempre in ordine alfabetico: “Francesco Acquaroli, Arianna Alessandrini, Roberta Angelilli, Alfredo Antoniozzi, Monica Stefania Baldi, Marco Bertolini, Ida Collu, Fabrizio Ghera, Alessio Pestelli, Diego Petrucci, Federica Picchi, Nicola Procaccini, Luca Romagnoli, Michela Sciurpa.

I candidati per Fratelli d’Italia nella circoscrizione Italia Sud e Italia Isole, sono rispettivamente: “Caio Giulio Cesare Mussolini, Raffaele Fitto, eurodeputato uscente ed ex presidente della Regione Puglia ed ex ministro per le Regioni, e Salvatore Ronghi, segretario federale di Sud Protagonista.“

E per le isole: Raffaele Stancanelli, Maria Carolina Varchi, Giovanni Luca Cannata, Maria Fernanda Gervasi, Francesco Rizzo detto Ciccio, Antonella Zedda e Francesco Paolo Scarpinato.“

A noi non resta che esprimere un voto solido, motivato, utile e intelligente.