«Fratelli d’Italia ha aderito con convinzione al gruppo parlamentare e al partito dei Conservatori europei: la terza forza in ordine numerico del Parlamento europeo, un gruppo solido con delegazioni provenienti da 18 Stati membri, protagonista a livello europeo della legislatura appena conclusa. Per il prossimo mandato, abbiamo la convinzione di continuare ad essere centrali grazie al contributo di Fratelli d’Italia che porterà al gruppo una significativa rappresentanza dalle Nazioni dell’Europa mediterranea. Il 26 maggio ai cittadini sarà chiesto di scegliere che tipo di futuro vogliono per l’Unione europea. Noi come Conservatori europei siamo stati i primi in Europa a chiedere a gran voce una riforma dell’Unione e a capire che questa Unione europea, questo super-Stato burocratico che tutto regola e controlla, spesso contro la volontà dei suoi popoli, ha fallito. Per questo motivo vogliamo cambiare tutto in Europa, proponendo una visione alternativa e concreta».

Lo scrivono in una lettera pubblicata oggi dal “Corriere della Sera” il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, e il candidato dei conservatori europei alla Presidenza della Commissione Europea, Jan Zahradil.

«Siamo convinti che i Conservatori europei – aggiungono Meloni e Zahradil – potranno essere centrali nella composizione del prossimo Parlamento europeo e fondamentali per avviare una vera riforma dell’Unione. In Europa è arrivato il momento di rompere l’asse Popolare/Socialista per spostarlo a destra portando l’Unione verso una nuova direzione. Queste elezioni saranno determinanti per l’Unione. Nuovi equilibri sembrano possibili e noi Conservatori siamo pronti a ri-sintonizzare l’Unione europea. Il momento di cambiare tutto in Europa è ora».