Europee, Rauti (FdI) a Verona: una maggioranza diversa per un’Europa dei popoli e delle Nazioni

La Senatrice Isabella Rauti è intervenuta oggi a Verona per illustrare il Programma di Fratelli d'Italia per le Elezioni europee, all'incontro organizzato dall'Onorevole Maddalena Morgante, Responsabile Nazionale del Dipartimento Famiglia e Valori Non Negoziabili e candidata alle prossime elezioni europee.

“Ci vuole un'Europa più giusta e che riduca la distanza tra le istituzioni e i cittadini. Lo slogan elettorale di ‘L'Italia cambia l'Europa' significa spostare a destra l'asse politico europeo. Con una maggioranza di centro destra al governo dell'UE si vogliono cancellare l'immobilismo e la burocrazia soffocante e proporre un modello confederale, per un'Europa dei popoli e delle nazioni, unite dalle comuni radici.” Rauti ha proseguito sottolineando che FdI vuole “Un'Europa che si faccia sentire sulle grandi questioni, che dia risposte in estera e di difesa o sulle questioni migratorie. Vogliamo esportare in Europa il modello italiano del Governo – che è già a capo della famiglia dei Conservatori europei. E, dopo le elezioni, ci sarà a Bruxelles una maggioranza solida in grado di portare il cambiamento necessario ”, ha proseguito la senatrice di Fratelli d'Italia, prima di affrontare il tema della difesa europea.

“Sono aumentati gli scenari di instabilità, con minacce ibride a tutti i domini, quelli tradizionali di terra, mare e cielo ed a quelli nuovi come il cyber e lo spazio ma anche a quelli nuovissimi come le infrastrutture strategiche sottomarine di cavi e gasdotti ed i conflitti in ambiente cognitivo come la manipolazione delle informazioni e le Deep fake propagandistiche” ha detto Rauti, aggiungendo che: “In tali scenari complessi nessuna nazione può difendersi da sola, serve una difesa comune europea ed una strategia europea di difesa come pilastro complementare della NATO. “La difesa europea è un tema rimasto a lungo una ‘vexata quaestio'. Oggi, a fronte di conflitti nel cuore dell'Europa, in Medio Oriente, nel Mar Rosso, la difesa europea diventa una sfida fondamentale non solo per il Vecchio Continente ma per il Mediterraneo allargato e la stabilità globale” ha concluso il Sottosegretario alla Difesa.

0 0 votes
Vota l'articolo
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
13,699FollowersFollow

Leggi anche

Articoli correlati

0
Would love your thoughts, please comment.x