mercoledì, Agosto 12, 2020

Facebook vs Costituzione: vince la libertà di espressione.

Facebook condannata a riattivare la pagina di Casapound, a pagare una penale di 800 euro per ogni giorno di chiusura e alle spese di lite per 15.000 euro. Oggi un giudice ha affermato i principi dello stato di diritto e la sovranità nazionale che si estrinseca anche nell’amministrazione della giustizia. Le regolette di policy e le sentenzine “bannatorie” insindacabili di Zuckemberg vengono neutralizzate e si sgretolano dinanzi al muro della libertà di espressione e della garanzia del pluralismo politico. L’odiosa affermazione che attesa la natura privata della piattaforma Facebook consenta alla proprietà di applicare le proprie regole anche se in evidente contrasto con la costituzione italiana è stata finalmente smontata e riteniamo che questo precedente segni davvero il passo di un nuovo approccio alla questione della censura sui social network. Anche e soprattutto perché se si parla di libertà di espressione, diventa fondamentale per conservare i principi dello stato di diritto garantire proprio le opinioni minoritarie, non dominanti, il pensiero non conforme, che rischiano di essere schiacciate e annientate dalla protervia del mainstream. Ci piace ricordare che il primo passo di ogni totalitarismo è sempre stato nella direzione del mettere il bavaglio al dissenso per il mezzo della censura e la nostra costituzione ha fatto tesoro dell’esperienza, rendendo l’art. 21, sulla libertà di espressione, l’architrave di tutte le libertà fondamentali del nostro ordinamento. Oggi è un giorno buono, perché l’arroganza del colosso simbolo del globalismo è stato ricondotto all’ordine, da un buon giudice Italiano che ha applicato con la cura necessaria il principio più caro alla Nazione, la libertà. e la nostra libertà, come il sasso lanciato da Davide, si è conficcata nel capo del gigante Golia.

Redazione
Redazione
La Redazione de La Voce del Patriota

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

17,728FansLike
3,564FollowersFollow

Leggi anche

Cacciamo i furbetti del Parlamento, Meloni: “I nomi devono emergere”

In un momento di crisi nazionale e di disperazione sociale, lo stipendio di 12mila euro al mese non era, evidentemente, sufficiente per 5 deputati...

Tra i più letti

Conte annuncia abolizione del contante. “Sarà gentile e dolce”.

Per quanto riguarda il Cashless "vogliamo un'Italia piu' digitale, crediamo sia la strada per renderla piu' equa e inclusiva. Il contrasto all'economia sommersa, per rendere il...

Il filo ideologico che lega Bibbiano alla mamma multata a Reggio Emilia. Le dichiarazioni della Fangareggi.

Succede a Reggio Emilia, una mamma che è stata allontanata dal figliolo perché ritenuta inadeguata dai servizi sociali. Una di quelle tante storie di...

Migranti illegali costruiscono moschea abusiva nella sua proprietà. Residente greco di Lesbo denuncia alle autorità.

Una residente greca dell'isola di Lesbo ha presentato una denuncia dopo aver scoperto che i migranti illegali avevano costruito una moschea di fortuna sulla...

Articoli correlati

Cacciamo i furbetti del Parlamento, Meloni: “I nomi devono emergere”

In un momento di crisi nazionale e di disperazione sociale, lo stipendio di 12mila euro al mese non era, evidentemente, sufficiente per 5 deputati...

Roma, Meloni: con candidatura Raggi regola due mandati M5S va in frantumi

"Oggi va in frantumi anche la regola dei due mandati del M5S, che da 'movimento dei cittadini' diventa il partito dei nuovi politicanti. La...

Il Fatto tragicomico: attacca la Meloni, ma si smentisce da solo.

Oggi il Fatto Quotidiano pubblica un articolo nel quale sostiene che racconto frottole citando come fonte i dati di Pagella Politica, un sito nel...

Inps, Meloni: che squallore parlamentari con bonus 600 Euro

"5 parlamentari hanno fatto domanda per il bonus 600 per le P.IVA. Che squallore! Gli italiani sono in ginocchio e qualcuno nel Palazzo si...