FdI, Fidanza: da Report ricostruzione falsa e diffamatoria

“Ieri sera Report mi ha tirato in mezzo ad una storia di “infiltrazioni mafiose” (sic!), per via di alcuni contatti meramente politici con un soggetto che allora non era nemmeno indagato (e per il quale il Gip di Milano ha recentemente disposto la misura cautelare per alcuni reati – non di stampo mafioso – compiuti in epoca successiva). In una lunga intervista rilasciata a Report nel villaggio di Atreju avevo spiegato con estrema serenità che si trattò di contatti esclusivamente politici, avvenuti 5 anni fa e interrotti pochi mesi dopo,
che il soggetto in questione non mi prospettó mai affari poco trasparenti né ovviamente ottenne da me vantaggi di alcun tipo e che non potevo essere a conoscenza di sue eventuali attività illecite (né passate né tantomeno future)”. Così su Facebook il capodelegazione di Fratelli d'Italia- Ecr al Parlamento europeo Carlo Fidanza. “Sette minuti buoni senza alcuna reticenza, che ieri sera sono stati condensati in pochi secondi. In compenso, per decine di minuti si è raccontato un film per indurre i telespettatori a credere che tale soggetto indicato come afferente a una consorteria criminale – ovviamente a noi ignota – avesse trovato in me uno dei propri “referenti politici”. Questa vicinanza, nel mio caso, si sarebbe sostanziata nella mia partecipazione a un convegno pubblico di un movimento politico nel quale il soggetto in questione militava e in qualche invito a eventi della mia campagna elettorale (tipiche metodologie mafiose, no?). Di reati compiuti grazie ai presunti “referenti politici” ovviamente nemmeno l'ombra. Insomma, un'infiltrazione “mafiosa” (su questo termine è in corso persino un duro scontro tra Procura e Gip) che o non c'è stata o è miseramente fallita.
Una ricostruzione diffamatoria, quindi, che affiderò ai miei legali per le valutazioni del caso. Un'operazione di killeraggio politico – prosegue Fidanza – che non ha risparmiato il nostro partito, accusato nel suo complesso di favorire le infiltrazioni, e persino Giorgia , ancora una volta associata in modo vile alle vicende di un padre con cui da anni – come tutti sanno – aveva interrotto i rapporti. Questa ennesima pessima pagina di cattiva informazione, ospitata purtroppo dal servizio pubblico, mi rafforza nella convinzione che si debba approvare subito una riforma della giustizia che tuteli il cittadino da questo vergognoso tritacarne mediatico. E siccome siamo soltanto agli inizi di una lunga campagna elettorale, dobbiamo sapere che si inventeranno di tutto per colpirci. La migliore risposta a questi schizzi di fango sarà una valanga di voti per Fratelli d'Italia alle Europee del prossimo 9 giugno”.

Ps: tutti sanno che la mi ha sempre fatto schifo. Ho iniziato la mia militanza per reazione alla strage di Via D'Amelio, in cui persero la vita Paolo Borsellino e gli agenti della sua scorta. Quel giuramento, sia chiaro a tutti, non lo tradiremo mai.

0 0 votes
Vota l'articolo
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
13,699FollowersFollow

Leggi anche

Articoli correlati

0
Would love your thoughts, please comment.x