: No a chiusura luoghi . L’Italia ha bisogno della sua

19 views

Il dipartimento di Fratelli d’Italia della Regione denuncia come folli le decisioni che sono state adottate per il settore e in particolare per il comparto dello spettacolo dal vivo (teatro, cinema, sale da concerto, etc) contenute nell’ultimo DPCM.

“Quello culturale, dichiara il Coordinamento regionale, è stato fin dall’inizio uno dei settori più attenti, se non il più attento, nell’osservare le norme emanate dal governo e dal comitato scientifico, risultando infatti uno dei settori più sicuri. Lo confermano i dati dell’AGIS: dal 15 giugno al 10 ottobre, su 2782 spettacoli, con 347.262 spettatori il numero delle persone contagiate è pari a 1. Lo spettacolo dal vivo è da sempre attento al suo pubblico, senza il quale non esisterebbe, e questi dati lo confermano. Per questo Fratelli d’Italia chiede di riaprire immediatamente i teatri e i luoghi di al pubblico. Inoltre, la produzione deve essere incentivata e garantita con produzioni discografiche, DVD ed eventi in diretta streaming, utilizzando tutte le risorse artistiche interne, proponendo un’offerta culturale che coinvolga il maggior pubblico possibile”.

“Allo stato attuale –  continua il Coordinamento – già varie fondazioni ed enti stanno perseguendo questa via. Il Petruzzelli di Bari e la Toscanini di Parma, ad esempio, hanno già in programma per i giorni imminenti spettacoli in streaming, mentre Trieste e Milano continuano la produzione con prove artistiche. Riguardo, invece, le piattaforme online, come I-Drama, vanno aiutate a crescere fermo restando che nessuna telecamera sarà mai in grado di riprodurre l’emozione di uno spettacolo fruito dal vivo che dev’essere, il prima possibile, autorizzato e incentivato a riaprire”.

“Il settore – precisa nella nota il Coordinamento – conta migliaia di lavoratori, e se poi si considera l’indotto prodotto (tecnici, ristoratori, tassisti, uffici stampa, agenzie di prevendite) parliamo di milioni di persone che sono sempre state attente alle norme. Sarebbe la prima volta nella storia che il primo della classe viene punito per aver fatto il proprio dovere”.

“In altre nazioni dove la situazione sanitaria è analoga alla nostra (Spagna, Grecia, Bulgaria, Austria, Germania) non è stato sospeso alcun evento pubblico, perché si è capito che la , arricchendo la mente e lo spirito, fa bene al corpo. Si chiede, quindi, al governo un immediato cambio di rotta evitando ulteriori restrizioni e chiusure che comporterebbero la morte di un settore strategico per l’Italia.”

“Una nazione come l’Italia” conclude il coordinatore regionale di l’On. Paolo Trancassini  “che della cultura è patria, non può uccidere per decreto la propria storia, la propria identità e il futuro di migliaia di lavoratori. Se chiuderanno i palchi gli artisti troveranno altri luoghi per esibirsi perché l’Italia ha bisogno della sua . Non crediamo si possa dire lo stesso di questo governo e in particolare del ministro Franceschini che ha dimostrato di non sapere, o volere, difendere l’eccellenza rappresentata dai nostri artisti”

Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Seguici e resta aggiornato

17,917FansLike
4,018FollowersFollow

Leggi anche

Scuola: Bellucci (FDI), Bonetti sconfessa Azzolina. Dad è fallimento.

"Il ministro alle Pari Opportunità e alla Famiglia ha fatto sapere che 'è stato un errore mettere la didattica al 100% a distanza per...

Tra i più letti

Conte annuncia abolizione del contante. “Sarà gentile e dolce”.

Per quanto riguarda il Cashless "vogliamo un'Italia piu' digitale, crediamo sia la strada per renderla piu' equa e inclusiva. Il contrasto all'economia sommersa, per rendere il...

Il filo ideologico che lega Bibbiano alla mamma multata a Reggio Emilia. Le dichiarazioni della Fangareggi.

Succede a Reggio Emilia, una mamma che è stata allontanata dal figliolo perché ritenuta inadeguata dai servizi sociali. Una di quelle tante storie di...

Migranti illegali costruiscono moschea abusiva nella sua proprietà. Residente greco di Lesbo denuncia alle autorità.

Una residente greca dell'isola di Lesbo ha presentato una denuncia dopo aver scoperto che i migranti illegali avevano costruito una moschea di fortuna sulla...

Articoli correlati

Scuola: Bellucci (FDI), Bonetti sconfessa Azzolina. Dad è fallimento.

"Il ministro alle Pari Opportunità e alla Famiglia ha fatto sapere che 'è stato un errore mettere la didattica al 100% a distanza per...

Covid: Ciaburro (FdI), blocco stagione sci sarebbe dramma socio-economico

"Se il governo bloccherà l’apertura della stagione sciistica invernale sarà un dramma socioeconomico terribile per tutti i territori montani e non solo. Il mondo...

Covid. Lollobrigida-Caramanna (FdI): tenere chiusi impianti sciistici incomprensibile autogol

“In un momento nel quale il Governo dovrebbe mettere in campo qualunque strategia volta a risollevare l’economia della Nazione, appare del tutto incomprensibile l’ipotesi,...

Covid: Rizzetto (FdI), governo in ritardo su impianti sci

“Non si comprende come sia possibile che il governo a fine novembre non abbia ancora individuato un piano definitivo per far ripartire lo sci...
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x