Festival L’Aquila, Meloni a Franceschini: io sto con Biondi, nessuna lezione da sanguisughe della sinistra

«Io sto con il sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi. È intollerabile che i soldi destinati per il decennale del terremoto siano utilizzati per costruire l’ennesima passerella per personaggi come Roberto Saviano, il cui unico talento è quello di essere amico della sinistra. È ed è vergognoso che per il Pd e l’intellighenzia il sindaco Biondi, che è stato eletto dai cittadini, non abbia nemmeno il diritto di dire che non è d’accordo. Fuori dal mondo le parole del ministro Franceschini, talmente sfacciato e presuntuoso da pretendere di impartire lezioni sulla libertà della cultura da pressioni e interferenze politiche. L’unica lezione che la sinistra può fare è su come usare i soldi degli italiani per finanziare amici intellettuali, scrittori, attori, film che non vede nessuno e le immancabili coop. Da queste sanguisughe non accettiamo lezioni: portate rispetto agli aquilani e se vi piace tanto la compagnia di Saviano invitatelo a cena. E pagate voi».

È quanto scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

Fratelli d’Italia annuncia interrogazione parlamentare

“Al Festival degli Incontri de L’Aquila, finanziato dal Mibac con le risorse del decennale del terremoto, stanno emergendo delle opacità sconcertanti. Non coinvolta la città de L’Aquila, non coinvolta la Regione Abruzzo, non coinvolte le Istituzioni culturali e artistiche della città, totalmente disatteso il programma previsto, ma in compenso attivato il solito ‘marchettificio’ della sinistra che utilizza fondi pubblici per gestire con totale discrezionalità i soldi degli italiani, non facendosi scrupolo neppure quando si tratta di risorse destinate a ricordare la tragedia del terremoto de L’Aquila del 2009. Per fortuna il sindaco di Fratelli d’Italia de L’Aquila Pierluigi Biondi è uomo che non consente il saccheggio della sua città. Neppure se calunniato dalla grancassa mediatica della sinistra, che sta tentando di difendere la solita mangiatoia dietro inesistenti accuse di censura nei confronti dei campioni politicamente corretto Saviano e Zerocalcare. Presenterò un’interrogazione parlamentare per fare luce su questa vergognosa storia al neo ministro Franceschini, che ha in modo inaccettabile preso posizione sulla questione prima ancora di avere avuto il tempo di studiare le carte e valutare l’accaduto”. Lo dichiara il senatore di Fratelli d’Italia, Giovanbattista Fazzolari, responsabile del programma di FdI.

Ministro, chiameremo questo festival, festival del ‘programma indefinito’: programma inesistente e soldi pubblici a pioggia gestiti in maniera poco trasparente, e per questo presenterò un’interrogazione. Chiedo che la curatrice si dimetta. Pieno sostegno a @PierluigiBiondi”. Lo scrive in un tweet Federico Mollicone, deputato capogruppo in commissione Cultura, in risposta a Dario Franceschini.

Redazione
Redazione
La Redazione de La Voce del Patriota

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
8,370FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati