Fisco. Ricchiuti (FdI): governo e maggioranza complici distruzione tessuto economico

“Avevamo più volte chiesto al Governo di rinviare al 2022 ogni riscossione in merito alle rottamazioni in corso e prevedere una nuova pace fiscale con allungamento delle rate visto il perdurare dello stato di emergenza e le oggettive difficoltà di liquidità delle piccole imprese. Ma non ci hanno mai voluto ascoltare. Il 6 settembre è scaduto l’ultimo giorno utile per pagare la rata della rottamazione . I cittadini chiamati a versarla erano 1.800.000. Di questi da quanto si apprende da anticipazioni ben 800 mila non hanno potuto onorare tale scadenza , nonostante avessero pagato le precedenti rate. Costoro hanno quindi perso le agevolazioni e non potranno più rateizzare ma pagare tutto il residuo in un’unica rata . Migliaia di queste attività non potranno ottenere il DURC e quindi saranno fuori dal mercato del lavoro , con conseguenze sui licenziamenti inimmaginabili . A tutto ciò si aggiunge che tra il 5 ottobre e il 30 novembre dovranno essere pagate ben 6 rate . Se da un lato Il Governo dei migliori recita la narrazione di aiutare le imprese dall’altro governo e maggioranza si stanno rendendo complici della distruzione del tessuto economico del Paese”.

Lo dichiara Lino Ricchiuti, viceresponsabile del Dipartimento Imprese e mondi produttivi di Fratelli d’Italia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
7,138FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati