Fisco, Ricchiuti (FdI): Riforma punta a riequilibrare rapporto col contribuente

“Nell'ultimo decennio di dominio quasi incontrastato la sinistra è riuscita nel difficile impegno di complicare il fisco italiano già di per sé di difficile interpretazione per i professionisti figuriamoci per il contribuente. Qualsiasi imprenditore, specie i piccoli, negli anni hanno sempre più dedicato il loro tempo al disbrigo delle norme burocratiche fiscali e meno alla parte più importante, ovvero quella di reggere il confronto con le nuove sfide della concorrenza in un mercato che sta cambiando. Quando ad un autonomo togli lo stimolo di migliorarsi sommergendolo di adempimenti non solo gli togli l'anima, ma ammazzi anche l' che specie in un Paese come il nostro è fatto dalla stragrande maggioranza di micro e piccole imprese. La riforma fiscale ha come obiettivo principale quello di riequilibrare il rapporto tra fisco e contribuente rendendolo più leggero sia dal punto di vista delle tasse che da quello normativo e sanzionatorio. Numerosi sono i provvedimenti che il popolo delle partite Iva attendeva da tempo, come l'abolizione del maxi-acconto di novembre, la cedolare secca sui fitti per le attività commerciali, l'onere della prova a carico del fisco o il rafforzamento dello statuto del contribuente e il concordato preventivo biennale per citarne alcuni. Ma sentendo le critiche che vengono dal PD e dal M5S tutto ciò si traduce in un “premio per gli evasori”. Si fatica a capire se è malafede o pura ignoranza”.

Lo dichiara il viceresponsabile nazionale del Dipartimento Imprese e mondi produttivi di Fratelli d'Italia, Lino Ricchiuti.

0 0 votes
Vota l'articolo
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
13,699FollowersFollow

Leggi anche

Articoli correlati

0
Would love your thoughts, please comment.x