Fisco: Rotelli (FdI), no a pos per edicole e tabacchi

“In questo momento così delicato, la discussione sulla gestione dei fondi PNRR va avanti a colpi di fiducia, annullando qualsiasi dibattito democratico. Con un nostro ordine del giorno, accolto come raccomandazione dalla Camera, Fratelli d’Italia ha sollevato la vicenda dei pagamenti elettronici, di cui è richiesta l’introduzione obbligatoria alle varie attività commerciali, tra l’altro con modalità differenti tra loro. Per alcune categorie economiche, il provvedimento anticipa al 30 giugno 2022, rispetto al termine precedente di febbraio 2023, l’applicazione di sanzioni per mancata accettazione dei pagamenti elettronici. Questa previsione normativa, per esercizi come gli edicolanti o i tabaccai, rappresenta una vera e propria iattura, considerando gli agi fissi imposti sulla maggior parte dei prodotti e le elevate commissioni delle transazioni con il pos, che possono sfiorare in alcuni casi il 2% sul prezzo di vendita, una combinazione che andrà ad incidere pesantemente sui ricavi medi giornalieri. Chiediamo pertanto di rivedere, almeno per queste categorie, l’applicazione di tale misura o, perlomeno, di lasciare invariati i termini, inizialmente previsti per febbraio e poi anticipati al 30 giugno”.
Così in una nota Mauro Rotelli, deputato di Fratelli d’Italia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
8,809FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati