Flex Trieste: Rizzetto (FdI), una fase di difficoltà non venga strumentalizzata per delocalizzare

“Sul destino del sito della Flex di Trieste, il governo scongiuri un drammatico epilogo. Già da tempo i lavoratori stanno vivendo nella preoccupazione di imminenti licenziamenti e le ultime notizie trapelate dopo l’incontro tra i referenti della Flex e i funzionari del ministero dello Sviluppo economico riferiscono della decisione dell’azienda di delocalizzare in Romania mandando a casa 200 dipendenti diretti e 80 interinali. Non consentiremo che le scelte irresponsabili di una multinazionale comportino un danno sociale così grave per il territorio. Una fase di difficoltà non può risolversi con una decisione così estrema. Sembra più la volontà di cogliere il momento di crisi di tutto il settore per andare ad investire fuori dall’Italia, senza alcuna considerazione per i lavoratori di cui si è sfruttato il know-how”.
È quanto dichiara il deputato di Fratelli d’Italia, Walter Rizzetto, capogruppo della commissione alla Camera e coordinatore regionale del FVG, sulle vicende legate alla crisi Flex di Trieste.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
8,369FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati