Fondi russi: Lettera di Terzi a ex Ambasciatore Usa Volker

Caro Kurt,
è passato parecchio tempo da quando le nostre vite professionali si sono ripetutamente incrociate a Washington, New York, Bruxelles e altrove.
Ho sempre sentito che siamo guidati da identici valori euro-atlantici che hanno assicurato ai nostri due paesi, insieme alle Democrazie che sono nostri partners, di superare con successo molte problematiche, sfide politiche e di sicurezza internazionale. E quella che abbiamo dinanzi a noi è la più grave e minacciosa.
Negli ultimi venti anni e più io sono stato costantemente “on the record” quanto a politiche, iniziative, misure concrete che abbiano riguardato gli impegni italiani nell’Alleanza Atlantica, che abbiano sottolineato l’unicità dell’amicizia e della condivisione italiana con gli Stati Uniti, gli sforzi dell’Italia nelle operazione di pace nel mondo e in una diplomazia bilaterale e multilaterale improntata ai valori euro-atlantici, in stretto raccordo, prima di tutto, con ciascuna delle ultime quattro Amministrazioni americane.
Sono da otto anni iscritto al partito di Fratelli d’Italia guidato da essendone anche Advisor per le azioni diplomatiche ed internazionali. Ancor più per questo motivo sono stato profondamente rattristato e turbato quando nel leggere su La Repubblica le affermazioni che tale giornale ti attribuisce e i dubbi che, secondo quanto scrive La Repubblica, tu hai espresso circa possibili finanziamenti russi a Fratelli d’Italia. Non posso ancora credere che la citazione delle tue parole sia corretta. Prima di tutto perché tu sei certamente consapevole che i voti sempre espressi da Fratelli d’Italia in Parlamento pur stando all’opposizione, sono stati in pieno e forte sostegno all’Ucraina e a tutte le decisioni prese in ambito Atlantico ed Europeo contro l’aggressione della Federazione Russa.
Fratelli d’Italia non ha certo avuto bisogno di attendere le prossime elezioni o di diventare forza di Governo per dimostrare nei fatti il proprio forte e irremovibile impegno Euro-Atlantico.
Vorrei anche assicurarti essendo stato personalmente testimone sin dalla nascita di quella che è diventata una grande forza politica nella realtà nazionale come Fratelli d’Italia, di un dato essenziale: che mai e poi mai vi sono stati sostegni finanziari, o di qualsiasi altra forma e natura, al partito cui appartengo da parte della Federazione russa.
Nello spirito di collaborazione e di una condivisione di valori di lunga data, vorrei quindi pregarti di chiarirmi su quali fatti e circostanze concrete si basino le insinuazioni riportate da La Repubblica, se effettivamente corrispondono alle tue parole.
Nell’attesa di avere appena possibile tue notizie, ti mando i miei migliori saluti.
Giulio Terzi

Dear Kurt,
It has been quite a long time since our professional lives had many opportunities to cross path in Washington,New York, Brussels and elsewhere.
I have always felt that we have always been driven by the same EuroAtlantic values which have assured that our two countries, together with our democratic partners,successfully overcome many security and political challenges . And the one in front of us is the most threatening.
Over the last twenty year and more I have been constantly “on record” on policies ,initiatives, measures, about the Italian commitment to Nato, the Italian unique friendship and understanding with the US, the Italian pko and diplomatic efforts all over the world in close conjunction ,first and foremost, with each one of the last four US Administration.
Having been member over the last eigth years of Fratelli d’Italia,led by ,as her advisor for diplomatic and international relations, I was deeply saddened and shocked when I read in La Repubblica the statement that the newspaper attributes to you and the doubts that, according to La Repubblica’s article, you have about possible Russian money to FdI. I couldn’t believe that the quote was correct.

First of all you are certainly aware of the votes has always express in Parliament, even from the opposition,in full support of Ukraine, of President Zelensky, and in support of Atlantic and European positions sanctioning and condemning the Russian aggression. We did not need to wait to govern Italy in order to prove our staunch and unwavering commitment to NATO.
I would also like to assure you, having personally witnessed since the beginning of political life this specific aspect, that never ever there has been question of being approached ,suggested, or accepting in whatever form financial or other support from Russia.
In the spirit of a long standing cooperation and understanding I would like therefore to urge you to explain to me on which ground your allegations, if correctly reported by La Repubblica, are based.
Waiting to hear from you asap, I send you my best regards.
Giulio Terzi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
9,490FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati