Francia. Rampelli (FdI): necessario scongelamento del sistema francese

“Il tramonto del macronismo da un lato e la vittoria larga della destra dall'altro hanno caratterizzato il primo turno delle elezioni francesi. Il punto ora è semplice: ci sarà una svolta?
Tutte le tifoserie sono in movimento, ma è la che dovrebbe prevalere sull'appartenenza e promuovere lo scongelamento del sistema francese. A prescindere da chi vincerà.
Nel turno di ballottaggio si manifesterà questa possibilità in virtù del complesso meccanismo transalpino che prevede desistenze, ritiri e convergenze tra più candidati. Si sarà insomma obbligati a scegliere delle alleanze. Non è tanto importante chi vincerà nei ballottaggi quanto capire se l'Europa potrà finalmente contare, in una delle sue nazioni più importanti, sulla contendibilità del potere. Per raggiungere questo scopo i Repubblicani (ex gaullisti) devono costruire l'alleanza con il Rassemblement national, cioè rifiutare le solite minacce di comodo pretestuosamente imbastite su presunte accuse di estremismo e anti democraticità. Come se esistesse un'autorità terza, distinta dal popolo, che abbia titolo a decidere chi possa e chi non possa governare una nazione democratica. Ultimo appiglio ormai che possa salvare la sinistra europea in diversi Stati, Italia compresa, da una lunga astinenza nella gestione del potere, frutto di decenni di scelte sbagliate e di egemonia delle classi dominanti a discapito del ceto medio e delle fasce più deboli della società”.

E' quanto dichiara il vicepresidente della dei deputati Fabio Rampelli di Fratelli d'Italia interpellato da Affaritaliani.it sulle elezioni in Francia.

0 0 votes
Vota l'articolo
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
13,699FollowersFollow

Leggi anche

Articoli correlati

0
Would love your thoughts, please comment.x