Consapevoli delle difficoltà tecniche che sopraggiungono nella creazione di un nuovo bando, comprendiamo la scelta dell’amministrazione di procedere ad una proroga tecnica per lo stretto tempo necessario a predisporre un nuovo bando stilato con criteri tali da poter permettere ad ogni associazione in possesso dei requisiti che saranno previsti di partecipare al bando con pari diritti e con pari doveri.

In attesa della definizione dei criteri e della pubblicazione del nuovo bando, esprimiamo disappunto per l’atteggiamento deprecabile da parte degli attuali gestori del bocciodromo che non perdono occasione per ribadire che, a prescindere dalle procedure stabilite per l’affidamento della struttura, continueranno ad occuparla. Segno di scarso senso civico e mancanza di rispetto verso la legge che riteniamo inaccettabile da parte di chi gode di una struttura pubblica.

Fratelli d’Italia Vicenza