Ghera (): Teatro dell’Opera i lavoratori stabili siano tutelati

“Altre ombre si addensano sul futuro delle Istituzioni Culturali. La riduzione di oltre cento unità di personale configura una vera e propria destrutturazione dell’organico di lavoratori stabili del Teatro dell’Opera di Roma, che attesta il fallimento delle leggi Bray e Veltroni promulgate dal Centrosinistra. In più occasioni ha presentato interrogazioni nelle diverse assemblee, ma nessun chiarimento è stato dato sull’attuale gestione, già segnalatesi per operazioni a dir poco anomale come il licenziamento illegittimo di 180 lavoratori nel 2014, l’aumento dell’indebitamento per il mancato versamento dell’IRPEF nel biennio 2015-2016. Schierandosi a sostegno dei dipendenti che rischiano il posto di la Regione Lazio non deve trincerarsi dietro l’origine ministeriale sulla nomina del direttore del Teatro dell’Opera, ma essendo Socio fondatore, la Pisana deve esprimersi su quale futuro la giunta Zingaretti intende dare al teatro dell’Opera ed inoltre, deve attivarsi presso il governo nazionale affinché si attuino più stringenti verifiche su gli organi di controllo.” Così in un comunicato Fabrizio Ghera, capogruppo di alla Regione Lazio.

Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
6,567FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x