Giornata mondiale delle api, FdI lancia la campagna per la loro tutela. De Carlo: “Apicoltura fondamentale per ambiente e territorio”

In occasione della giornata mondiale delle api, Fratelli d’Italia lancia la campagna per la loro tutela, attraverso una mozione da presentare nei consigli comunali.
A illustrare l’iniziativa è Luca De Carlo, senatore e responsabile nazionale del Dipartimento Agricoltura di Fratelli d’Italia: “La tutela degli insetti impollinatori è un fattore di fondamentale importanza per la sopravvivenza del sistema agricolo. La loro sopravvivenza è messa a rischio da numerosi fattori, come l’inquinamento e il cambiamento climatico: vanno quindi tutelati per garantire la biodiversità, e per farlo serve la massima collaborazione tra mondo dell’agricoltura, cittadini e enti pubblici”.
Proprio in questa direzione va la bozza di mozione che i consiglieri di Fratelli d’Italia presenteranno in tutti i comuni: il testo mette al centro l’apicoltura come “elemento di sviluppo sostenibile dei territori e al tempo stesso come strumento indispensabile per la tutela della biodiversità e della sicurezza alimentare”, invitando i comuni a favorire lo sviluppo di cultura e attività apistiche, anche come forma di sviluppo economico sostenibile del territorio, a fare grande attenzione nella cura del verde pubblico e a promuovere iniziative a sostegno dell’apicoltura, a partire dalle scuole.
I dati nazionali segnalano come nell’ultimo anno, a causa del cambiamento climatico, si sia perso circa un terzo della produzione, facendo al contempo salire l’importazione dall’estero di prodotti anche di bassa qualità: “Una cosa preoccupante e inaccettabile, visto che abbiamo produzioni di altissime qualità tutelate anche dal marchio DOP come il Miele delle Dolomiti Bellunesi”, ricorda De Carlo, che è anche coordinatore veneto di Fratelli d’Italia.
Proprio il Veneto risulta la prima regione italiana per numero di apicoltori, oltre 7mila, circa il 12% a livello nazionale. Da loro dipende il 5% della produzione di miele italiano (400 tonnellate sulle 7800 di miele Made in Italy) per un valore superiore ai 3 milioni di euro; due terzi di loro sono hobbisti, una percentuale che ricalca i dati nazionali: “Si tratta di un settore importantissimo per la nostra regione, e sono certo che le amministrazioni locali non potranno dire di no al progetto di tutela delle api e dell’ambiente e di sviluppo sostenibile che vogliamo proporre con la nostra mozione”, conclude De Carlo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
8,495FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati