Giustizia. Calandrini (FdI): governo disponga pagamenti per tirocinanti

“I tirocinanti degli uffici giudiziari svolgono un compito importante e delicato di ausilio e supporto nelle attività dei giudici, tuttavia sono costretti a sostenere questa esperienza a spese proprie a causa del ritardo nell’erogazione delle borse di studio. Vista questa situazione di criticità ho presentato un’interrogazione al ministro della e al ministro dell’Economia e delle Finanze. I tirocinanti, giovani laureati o laureandi in giurisprudenza, hanno diritto a una borsa di studio da 400 euro al mese, ma ad oggi non sarebbero ancora stati emessi i pagamenti per le mensilità del 2018. Ciò, quando siamo a fine 2019, non è accettabile. Vuol dire che questi giovani ragazzi stanno prestando servizio gratuitamente. Situazione ancora più grave è quella che si prospetta per i tirocinanti negli uffici del Tar o del Consiglio di Stato, i quali devono pagare di tasca propria persino la polizza assicurativa che invece dovrebbe essere a carico del Tribunale. La formazione dei giovani, in particolare di coloro che ricopriranno ruoli nella di cui c’è tremendo bisogno va supportata e non scoraggiata, per cui un rimborso economico non solo è necessario ma è un obbligo morale. Mi attendo ora una risposta dai ministri competenti per sapere quando questi ragazzi potranno ricevere gli importi previsti dalle borse di studio di cui sono titolari, e che aspettano praticamente da un anno, e se ci sarà un intervento del Governo per equiparare le retribuzioni tra tirocinanti della magistratura ordinaria e quelli in servizio presso la amministrativa”. Lo dichiara il senatore Nicola Calandrini, capogruppo di Fratelli d’Italia in Commissione Bilancio

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
7,138FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati