Grandi navi via da Venezia, azzerato un intero sistema economico. Speranzon (FdI): “Danni alle aziende e ai lavoratori, a pagare saranno i cittadini”

“Non è possibile che per la decisione di allontanare le grandi navi dal bacino di San Marco e dal canale della Giudecca a pagare debbano essere i cittadini. Questa situazione azzera un intero settore economico e getta nella disperazione le aziende e migliaia di famiglie di lavoratori diretti e indiretti; a pagare le spese di tutto questo saranno ancora una volta i semplici cittadini”: la denuncia è del capogruppo di Fratelli d’Italia in consiglio regionale, Raffaele Speranzon.
“Ascoltando le solite storie dei finti ambientalisti e le minacce dell’Unesco, si è deciso di cancellare il settore crocieristico di Venezia, con effetti devastanti sui lavoratori del comparto e dell’indotto.
Questa scelta del Governo, del Consiglio dei Ministri e in particolare del ministro Franceschini del Partito Democratico crea un crollo verticale del valore di Venezia Terminale Passeggeri e di tutte le realtà collegate; non si sono nemmeno resi conto dei danni che il calo delle accise provocato da questo blocco provocherà sulle casse dello Stato. Tutto questo ha tolto il sonno a circa 5mila persone occupate nel settore e porterà alla perdita di almeno 100 milioni di euro per i prossimi cinque anni. Venezia è una città viva e che vuole vivere, non deve diventare un museo o un monumento alla memoria”, continua Speranzon.
“Il Governo con questa mossa ha messo in ginocchio le imprese del settore e a rischio il di migliaia di famiglie”, prosegue il capogruppo FdI. “Ora si dovrà procedere a ristorare le aziende, e ancora una volta chi dovrà pagare? Di certo non chi ha preso questa decisione per ideologia o per partito preso, ma i cittadini, che con il loro e le loro tasse vorrebbero uno Stato che sostiene le attività economiche e commerciali e difende i posti di e non certo un’entità che coscientemente decide di dare un colpo mortale a uno dei settori trainanti del Veneto e del Nord Est. Per colpa di questo blocco, si andranno a mettere le mani nelle tasche degli italiani per coprire solo in parte le perdite causate”.

Raffaele Speranzon
Capogruppo Fratelli d’Italia –
Consiglio Regionale del Veneto

Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
6,962FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x