Green Pass, Zucconi (FDI): i ristoratori non sono agenti di pubblica sicurezza

I primi dati delle associazioni di categoria e delle famiglie sul green pass sono purtroppo come ci aspettavamo: uno strumento penalizzante e discriminatorio, tanto inutile quanto ancor più dannoso: non solo non contrasta il coronavirus, ma danneggia pure la nostra economia e comporta problemi legali non indifferenti.
Nello stesso locale assistiamo increduli a sale interne deserte e a persone senza certificato verde ammassate negli spazi esterni; si permettono aperitivi al bancone ma un caffè da seduti lo si può ordinare solo se muniti di green pass : insomma, le solite misure controsenso di questo governo, che spesso finisce per penalizzare chi invece ha seguito il buonsenso .
Pensiamo solo al fatto che ai gestori dei locali è stato consegnato contro ogni logica il ruolo di agente di pubblica sicurezza, senza averne i requisiti, mentre contemporaneamente si afferma che il green pass non serve sui trasporti pubblici locali perché non si è in grado o non si vuole di effettuare i dovuti controlli.
Nel continuare ad affermare e sostenere che il vaccino risulta essere l’unica misura efficacia per contrastare e rallentare la diffusione del virus, viene spontaneo domandarci perché il governo, se è realmente convinto di quello che fa, non si assume la responsabilità dell’obbligo vaccinale senza scaricare la responsabilità su chi lavora e su chi vuole solo farsi una pizza con la famiglia o gli amici.
Il Governo poi non ancora chiarito se toglierà l’obbligo da parte degli esercenti di controllare addirittura i documenti di identità dei clienti, perché questo sarà fonte di disagi enormi per tutti.

Riccardo Zucconi, Deputato Fratelli d’Italia e Capogruppo Commissione Attività produttive, Commercio e Turismo

Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
6,959FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x