I misteri di Raquel

Cosa può portare un giovane uomo bello come un fotomodello, abbiente, con un ottimo lavoro e migliori prospettive, con una moglie bella, ricca e famosa, e una famiglia d’origine che lo adora a suicidarsi? Questa è la storia di Mario Biondo, cameraman nato a Palermo nel 1982, e morto a Madrid 31 anni dopo, a 11 mesi da un matrimonio fantastico, in un modo assurdo e senza che nessuno sia riuscito a trovare una spiegazione al presunto con cui la polizia spagnola si è affrettata ad archiviare il caso. Purtroppo, però, lo abbiamo già visto in altri casi, la polizia spagnola rischia di essere piuttosto superficiale quando si tratta di crimini perpetrati verso stranieri. Perciò, non solo la famiglia di Mario non accetta il come soluzione del caso, ma anche chiunque abbia avuto modo di vedere le carte. E ora, finalmente, c’è stato un colpo di scena che forse rimetterà tutto in discussione.
Operatore televisivo, Mario viene ingaggiato per l’ spagnola. Lì conosce l’inviata speciale del programma, Raquel Sanchez Silva, che in è una famosissima conduttrice , per capirci una sorta di Barbara D’Urso madrilena. Raquel è una bella donna, è una star e ha qualche anno in più di Mario. Ciononostante, l’amore tra i due sboccia irrefrenabile tanto che, quando lui parte per tornare in dall’Honduras, e lei deve trattenersi di più, Raquel gli dà le chiavi di casa sua e lo invita ad aspettarla lì.
Insomma, giovani, belli, con lavori di soddisfazione, un’ottima salute e perfino la fama. Farebbero invidia anche a Cenerentola e al Principe azzurro. Ancora di più quando dopo pochi mesi di fidanzamento in cui lei viene anche in Italia a conoscere la famiglia di lui, i due decidono di sposarsi. Quando Mario lo dice a sua madre, lei è contenta, ma come tutte le persone sagge fa notare a suo figlio che la conoscenza con Rachel è talmente recente che potrebbero aspettare un altro po’. Ma non ci sono discussioni, sia uno che l’altra sono convintissimi delle loro decisioni. E si sposano.
Un sogno d’amore nella splendida cornice di una Taormina illuminata dal sole e dal mare azzurro, agitato e spumeggiante. Una romantica fiaba che diventa realtà il 22 giugno del 2012 tra i sorrisi, i baci e la gioia di tutti gli ospiti presenti alle nozze. Eppure, meno di un anno dopo, il 30 maggio 2013, il cadavere di Mario Biondo viene rinvenuto nell’appartamento di Calle de La Magdalena a Madrid. A un primo sopralluogo, sembra che l’uomo si sia suicidato impiccandosi a una libreria in casa, i piedi saldamente in terra. Poi, davanti a tanti dubbi, si parla persino di gioco erotico. Asfissia autoerotica, gioco pericoloso e solitario per un uomo a cui sarebbe bastata una telefonata per riempirsi casa di belle ragazze disponibili? E poi, un uomo robusto, alto oltre il metro e 80, che si impicca in piedi? E quegli orari della morte che non coincidono mai…
Comunque, sia come sia, da quel momento in poi le indagini sulla morte di Mario vengono condotte frettolosamente, piene di errori e di dettagli che non quadrano tra loro. Il tutto mentre la famiglia italiana quel proprio non l’accetta. Mamma e papà conoscevamo Mario, sapevano com’era, escludono che si sia tolto la vita. E in tutto questo, la bella Raquel che la notte della morte di Mario era lontana da casa, cosa dice? Poco o niente. La sua figura rimane sullo sfondo per quanto possibile, e all’ipotesi del lei si dice possibilista. Sì, forse Mario era depresso. Perché lo dovesse essere, però, non lo sa o non lo vuole spiegare. Mentre i fratelli di lui che l’avevano sentito solo un giorno prima, dicono che era felice ed entusiasta per una regia che gli dovevano affidare. Raquel, invece, non ha voglia di parlare, ma solo tanta fretta di chiudere tutta la questione perché soffre troppo. Ma ammantata del grande dolore per la perdita del bel marito, parte in vacanza per Formentera la settimana dopo la morte di Mario senza dimenticare di mandare il conto del funerale alla famiglia di lui. In due mesi tutto è concluso e il caso archiviato come . Meno di sei mesi dopo, Raquel ha un altro compagno con cui appare raggiante.
Ma i Biondo, in Italia, proprio non ci stanno. La madre di Mario, Santina, arriva a simulare lei stessa il del figlio, provando come fosse impossibile per quella libreria sostenere un corpo di 80 kg, e che nulla fosse caduto dalle mensole nemmeno durante gli inevitabili spasmi che devono aver accompagnato l’asfissia di Mario. Inoltre, sul collo dell’uomo che si è teoricamente impiccato impiccato con una pashmina, ci sono i segni di un cavo, o di una corda che ha addirittura lasciato un solco sanguinolento. In più, sulla tempia di Mario segni di un colpo compatibile con un posacenere rinvenuto in casa. Secondo i genitori di Mario, il giovane uomo sarebbe stato aggredito in casa da almeno due persone. Una l’ha colpito sulla tempia, stordendolo. Poi lo hanno strangolato, e infine lo hanno appeso alla libreria per simulare il .
Alla fine, tanto fanno i Biondo che il caso viene ripreso in Italia. Il corpo di Mario riesumato e analizzato tre volte. Poi, finalmente in questi giorni, la svolta. Viene indagato il medico legale spagnolo che effettuò l’autopsia di Mario per aver dichiarato il falso. In pratica il dottore spagnolo avrebbe messo a verbale di aver effettuato sul corpo di Biondo tutta una serie di analisi che in realtà non sono mai state eseguite. Ciononostante, il caso del cameraman italiano ancora non è stato riaperto anche adesso i Biondo sono ottimisti che accadrà.
E’ solo l’inizio, ma lo seguiremo con attenzione perché come i genitori di Mario desideriamo che questo ragazzo bello che sembrava tanto amato dalle stelle abbia fatto una fine così allucinante.

RK Montanari
RK Montanarihttps://www.lavocedelpatriota.it
Viaggiatrice instancabile, appassionata di fantasy, innamorata della sua Italia.

1 commento

Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

1 Commento
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
L’informatoresolitario

Guardando ieri il video delle iene mi sono fatto un idea sul complotto per eliminare Mario biondo costruendo un e nascondendo un omicidio. Ricercherei le origini della moglie per esempio il padre di lei come è morto? I legami con l’amico ricco sono la base per la corruzione delle forze di polizia spagnola e del patologo.

Seguici e resta aggiornato

17,856FansLike
3,799FollowersFollow

Leggi anche

Militare Morto, Meloni: Visalli è un eroe che Italia non deve dimenticare, il mio pensiero alla sua famiglia

"Una notizia che fa male al cuore. Questa mattina è stato ritrovato il corpo di Aurelio Visalli, sottufficiale della Guardia Costiera di Milazzo, tuffatosi...

Tra i più letti

Conte annuncia abolizione del contante. “Sarà gentile e dolce”.

Per quanto riguarda il Cashless "vogliamo un'Italia piu' digitale, crediamo sia la strada per renderla piu' equa e inclusiva. Il contrasto all'economia sommersa, per rendere il...

Il filo ideologico che lega Bibbiano alla mamma multata a Reggio Emilia. Le dichiarazioni della Fangareggi.

Succede a Reggio Emilia, una mamma che è stata allontanata dal figliolo perché ritenuta inadeguata dai servizi sociali. Una di quelle tante storie di...

Migranti illegali costruiscono moschea abusiva nella sua proprietà. Residente greco di Lesbo denuncia alle autorità.

Una residente greca dell'isola di Lesbo ha presentato una denuncia dopo aver scoperto che i migranti illegali avevano costruito una moschea di fortuna sulla...

Articoli correlati

Militare Morto, Meloni: Visalli è un eroe che Italia non deve dimenticare, il mio pensiero alla sua famiglia

"Una notizia che fa male al cuore. Questa mattina è stato ritrovato il corpo di Aurelio Visalli, sottufficiale della Guardia Costiera di Milazzo, tuffatosi...

Gli assassini di Willy prendono il Reddito di Cittadinanza

Picchiatori, nullafacenti e con il reddito di cittadinanza. Questo il nuovo quadro che emerge in queste ore a proposito dei quattro di Artena arrestati...

Gli assassini di Colleferro col SUV, ma il padre prende il Reddito di Cittadinanza

La storia di Willy Duarte è la storia di grandi e terribili vuoti, su tutti giganteggia il vuoto che lascia, ma sullo sfondo si...

Willy, il gestore del pub: “c’entrano le Istituzioni, c’entrano i genitori, c’entra la scuola, la storia è sempre la stessa”.

Il proprietario di un Pub di Velletri pubblica un lungo sfogo su Facebook in un cui racconta un episodio avvenuto nel suo locale con...
1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x