I trafficanti di esseri umani responsabili della morte di 3000 migranti nello scorso anno.

Oltre 3.000 persone sarebbero scomparse o morte in mare nel tentativo di raggiungere l’Europa nel corso dello scorso anno, secondo le statistiche dell’Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati (UNHCR).

I dati dell’UNHCR affermano che 1.924 sono stati dichiarati morti o dispersi lungo le rotte migratorie del Mediterraneo centrale e occidentale, mentre la rotta verso le Isole Canarie spagnole ha provocato 1.153 morti e scomparsi.

Le nuove cifre, oltre 3.000, sono di gran lunga superiori alle 1.544 persone morte e scomparse segnalate dall’UNHCR per l’anno precedente al 2021, riferisce il sito web InfoMigrants, finanziato dall’Unione europea .

Finora, nel 2022, un totale di 478 persone sono state segnalate come disperse o morte in mare, secondo l’UNHCR.

La portavoce dell’UNHCR Shabia Mantoo ha commentato la tragedia in corso dicendo: “Il viaggio via mare dagli stati costieri dell’Africa occidentale come il Senegal e la Mauritania alle Isole Canarie è lungo e pericoloso e può richiedere fino a 10 giorni, e ha aggiunto: “Molte barche sono salpate e scomparse senza lasciare traccia in queste acque”.

Dal 2013, sono stati oltre 20.000 i migranti dichiarati dispersi o morti in mare solo nel Mediterraneo, con un totale di 5.143 scomparsi in mare nel 2016, l’anno più alto mai registrato.

I trafficanti diesseri umani organizzano pericolosi viaggi su barconi, spesso per ingenti somme di denaro, ma a volte sono anche direttamente coinvolti nella morte degli stessi migranti.

In alcuni casi, il sadismo dei trafficanti di esseri umani è indescrivibile, con individui disperati che credono di poter superare i confini dell’Europa grazie ai trafficanti, ma finiscono torturati, violentati e assassinati dalle persone che hanno pagato per traghettarli.

Ora, alcuni avvertono che il 2022 potrebbe vedere il maggior numero di tentare di entrare illegalmente in Europa dall’apice della crisi migratoria nel 2016 , anche con i rifugiati ucraini esclusi dalle cifre.

Frontex, l’agenzia di frontiera dell’Unione europea, ha dichiarato il mese scorso di aver registrato almeno 40.000 ingressi illegali nell’UE solo tra gennaio e marzo di quest’anno, una cifra in aumento del 57% rispetto allo stesso periodo del 2021.

Redazione
Redazione
La Redazione de La Voce del Patriota

1 commento

  1. VEDO CHE NELLE MIE OPINIONI CI SONO DEGLI ERRORI ORTOGRAFICI FUORI DALLA MIA TESTA E QUESTO è MOLTO STRANO! NON MI PARE DI AVER SCRITTO COSI’ ANCHE SE NON SONO UN LAUREATO!
    PENSAVO CHE SOLO ALTRE PIATTAFORME GIOASSERO ALL’ERRORE!
    08/05/2022

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
8,402FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati