Il filo ideologico che lega Bibbiano alla mamma multata a Reggio Emilia. Le dichiarazioni della Fangareggi.

Succede a Reggio Emilia, una mamma che è stata allontanata dal figliolo perché ritenuta inadeguata dai servizi sociali. Una di quelle tante storie di vite spezzate, di mamme sole in difficoltà che non hanno possibilità di crescere i propri bimbi con l’ausilio del padre o dei nonni e che vengono “aiutate” dallo Stato con provvedimenti di allontanamento.

Non una storia di abuso o di maltrattamento, ma una madre sola in difficoltà nel conciliare i turni di lavoro notturni con le esigenze del bimbo e che aveva chiesto per questo l’ intervento dei servizi sociali del comune, che per tutta risposta le hanno tolto il bambino. Al distacco forzato si aggiungono 4 lunghi mesi di lockdown, durante i quali la mamma non può vedere suo figlio per le disposizioni anti covid. Solo delle frustanti videochiamate sempre sotto la sorveglianza dei servizi sociali. Poi arriva il grande giorno e finalmente mamma e figlio si rivedono. Lo slancio materno di un abbraccio, i baci e le coccole di una madre che riprende in grembo il suo frutto più prezioso e il bimbo che si abbandona al salvifico e desiderato contatto con la madre, unico vero balsamo per le ferite di una vita ingrata. L’ assistente sociale che presiede l’incontro, tuttavia, ha ritenuto che le effusioni tra il piccolo e la madre fossero violative delle disposizioni sul distanziamento sociale previste  dalla normativa per il contenimento del coronavirus, ha avvertito le forze dell’ordine, le quali si sono recate sul posto e constatata la violazione della distanza di un metro hanno elevato sanzione di 400 euro.

Andava raccontata così questa vicenda, cruda e senza fronzoli, perché è talmente folle e inverosimile che aggiungere o togliere in termini di enfasi non avrebbe reso l’ idea di quanto siamo scesi in basso. E ci piacerebbe non dover far riferimento alla malafede, potendo ricorrere semplicemente alla stupidità di chi dovrebbe agevolare e valorizzare il rapporto madre figlio, tutelandone i contorni più incerti e delicati, e invece si pone in questa dinamica come un  volgare delatore, che brandisce i cavilli giuridici come un’arma. La violenza subita da questa famiglia ce la racconta  Elisa Fangareggi, presidente di Time4life, una fondazione che si occupa di bambini in condizione di povertà sociale ed economica, che sta assistendo sul piano legale la mamma: “questo episodio non è altro che l’esprimersi del modus operandi degli assistenti sociali del reggiano, di cui la recente cronaca ci ha dato ampia dimostrazione con le vicende di Bibbiano, un modus operandi assurdo e volto principalmente a spezzare il legame affettivo dei bambini strappati alle loro famiglie”.

E si resta attoniti, increduli e atterriti di fronte ad uno Stato che, invocato in aiuto, si trasforma in carnefice perpetrando ingiustizie seriali.

A cura di Sara Kelany e Letizia Giorgianni 
Redazione
Redazione
La Redazione de La Voce del Patriota

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

17,726FansLike
3,563FollowersFollow

Leggi anche

Polizia violenta e Polizia “violentata”: due pesi e due misure

Nell’arco di pochi giorni, abbiamo assistito a 2 episodi saliti alla ribalta nazionale: nel primo, in ordine cronologico, un poliziotto nel vicentino ha arrestato...

Tra i più letti

Conte annuncia abolizione del contante. “Sarà gentile e dolce”.

Per quanto riguarda il Cashless "vogliamo un'Italia piu' digitale, crediamo sia la strada per renderla piu' equa e inclusiva. Il contrasto all'economia sommersa, per rendere il...

Il filo ideologico che lega Bibbiano alla mamma multata a Reggio Emilia. Le dichiarazioni della Fangareggi.

Succede a Reggio Emilia, una mamma che è stata allontanata dal figliolo perché ritenuta inadeguata dai servizi sociali. Una di quelle tante storie di...

Migranti illegali costruiscono moschea abusiva nella sua proprietà. Residente greco di Lesbo denuncia alle autorità.

Una residente greca dell'isola di Lesbo ha presentato una denuncia dopo aver scoperto che i migranti illegali avevano costruito una moschea di fortuna sulla...

Articoli correlati

Polizia violenta e Polizia “violentata”: due pesi e due misure

Nell’arco di pochi giorni, abbiamo assistito a 2 episodi saliti alla ribalta nazionale: nel primo, in ordine cronologico, un poliziotto nel vicentino ha arrestato...

600 euro, Meloni: Tridico e Conte si dimettano

Sull'audizione del Presidente INPS Tridico, interpellata dai giornalisti a Montecitorio, Giorgia Meloni poco ha ha dichiato. "E’ stata Fratelli d’Italia a chiedere l'audizione in Commissione...

Ponte Genova, Meloni: un pensiero alle vittime che aspettano giustizia e gratitudine ai Vigili del Fuoco, Forze dell’Ordine e operatori che hanno fronteggiato emergenza...

"Sono passati due anni dal crollo del Ponte Morandi. Due anni da quella terribile tragedia che ha ferito Genova e tutta l’Italia: quelle immagini...

Coronavirus, Meloni: avviso di garanzia a Conte e ministri. Vediamo coerenza M5S e PD

«️Avviso di garanzia a Conte e a sei ministri per la gestione della crisi Covid. Vediamo ora la coerenza del M5S e del PD....