giovedì, Giugno 17, 2021

Il pensiero degli Altri. Come ripartire dopo la pandemia

Durante il periodo del generalizzato, sono stati parecchi i libri che sono stati pubblicati per trattare il tema della . Tra questi va menzionato sicuramente uno che si intitola “Il degli Altri. Come sono passata dal Mainstream alla Libera Informazione” (Bibliotheka edizioni).

Scritto da Beatrice Silenzi, giornalista e conduttore radiofonico e televisivo, il testo si divide in due parti: la prima, in cui l’autrice racconta la sua vita durante questo lungo periodo di chiusure forzate, e la seconda che raccoglie una serie di interviste molto interessanti a diverse personalità del mondo dell’informazione (ma non solo).

Sin dalle prime battute, il racconto risulta appassionante e coinvolgente, soprattutto perché la Silenzi non si risparmia in nulla e – diciamo così – si mette a nudo e si mostra al lettore in tutte le sue sfaccettature, punti di forza e debolezze. Come quando lei stessa scrive che “non mi lascio comprare, non amo le vie di mezzo, non sopporto le cose fatte solo per il gusto di farle. Il è l’anima che ognuno ci mette”. Parole sante.

Del resto, soprattutto nel mondo giornalistico, non è facile preservare l’amore e la passione per un mestiere che oggi non è più riconosciuto come tale, ma che – anzi – viene svenduto e ridotto a mero copia e incolla di notizie già diffuse, come se le persone da informare non avessero diritto ad essere adeguatamente “servite”. Ecco allora affacciarsi lo spettro dell’Infodemia ossia una spirale in cui converge un eccesso di comunicazione e informazione: il lettore resta in balia di un vortice di parole e messaggi sterili (ma a volte ) e non ha strumenti per difendersi.

E’ possibile spezzare questa catena così pesante? Beatrice Silenzi ci prova – e ci riesce – dando la parola a personaggi molti interessanti come Paolo Becchi e Max Del Papa, tanto per citarne alcuni. Nel capitolo 15, Becchi ribadisce che stiamo vivendo nell’epoca delle continue emergenze e la è solo un aspetto di un fenomeno più vasto e complesso che si replicherà nei prossimi anni o addirittura mesi: “presto – è il dello stesso Becchi – dovremo interrogarci sulle conseguenze di tutte queste chiusure, perché la specie umana sta pericolosamente cambiando paradigma”. Per Max Del Papa, “è stato portato al dissesto l’intero Paese” ed esiste oggi una “totale inaffidabilità di tutti i centri di potere”.

A questo punto, la domanda da porre è la seguente: siamo di fronte ad un nuovo ordine mondiale? Al momento nessuno ha una risposta certa. L’unica cosa che invece bisogna continuare a fare è ricercare la verità, sempre e comunque.

Il libro di Beatrice Silenzi punta proprio a questo: a ricercare il vero senza lasciarsi abbagliare da false promesse o miti effimeri. Con coraggio e dolcezza, il testo risulta di notevole interesse per tutti coloro che desiderano costruirsi un punto di vista alternativo rispetto al dominante, nella speranza che presto si possa tornare a vivere davvero. Con forza ed onestà intellettuale, caratteristiche che il libro in questione ha e che l’autrice sa rispecchiare appieno.

Angelica Stramazzi
Angelica Stramazzi (Anagni, 1986), giornalista pubblicista. Ha studiato Scienze Politiche presso la Luiss "Guido Carli" di Roma; attualmente iscritta al corso di laurea in Relazioni internazionali per lo sviluppo economico (Universitas Mercatorum), scrive di politica da oltre dieci anni. Collabora con il mensile Il Monocolo e diverse testate online.
Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
6,195FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x