, : serve blocco navale per fermare partenze, Mediterraneo opportunità per tornare al centro dinamiche internazionali

 

«Il Mediterraneo rappresenta per l’Italia la grande opportunità per tornare al centro delle dinamiche europee e internazionali. Un’occasione che vede protagonista innanzitutto il nostro Mezzogiorno, che dobbiamo valorizzare e potenziare, investendo con urgenza per colmarne quell’arretratezza infrastrutturale, industriale e di servizi causata da decenni di politiche fallimentari da parte del Governo e che neanche il PNRR sembra intenzionato a sanare. Fratelli d’Italia è l’unico grande partito italiano ad aver costituito una Consulta tematica ad hoc per lo sviluppo di politiche nazionali ed europee legate al Mediterraneo e ringrazio Vincenzo Sofo per essersi assunto il compito di coordinarla. Una scelta dettata dal fatto che riteniamo che la proiezione geopolitica della nostra Patria sia inevitabilmente legata alla sua capacità di agire da protagonista in quello che ancora oggi è uno dei mari più importanti al mondo».

 

Lo ha detto il presidente di Fratelli d’Italia, , intervenendo alla videoconferenza “Italia faro europeo sul Mediterraneo” organizzata dalla Consulta per il Mediterraneo di .

 

«Riportare l’Italia al centro del Mediterraneo significa anche avere una politica estera capace di porre l’Italia come interlocutore forte in uno scenario geopolitico in cui nuovi attori, a partire dalla Turchia di Erdogan, stanno assumendo un ruolo sempre più pervasivo e pervicace nella assoluta inerzia dell’Europa e dell’Occidente. Non sembra trovare soluzione il fenomeno migratorio, che noi continuiamo a pensare debba vedere una diversa presenza italiana ed europea nel Mediterraneo: blocco navale per fermare le partenze, istituzione di centri di identificazione in territorio africano, ridistribuzione in Europa dei soli profughi e rimpatrio degli irregolari. Proposte di gran lunga più sensate e realistiche di chi continua a pretendere che gli altri Stati europei si facciano carico degli immigrati clandestini che noi facciamo entrare in Italia rinunciando a difendere i nostri confini esterni», ha aggiunto .

Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
6,562FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x