Ippica. Sottosegretario La Pietra, al lavoro su tassazione scommesse ippiche

Presentazione dei tre nuovi coordinatori trotto, galoppo, programmazione e proposte per l'allineamento progressivo della tassazione sulle scommesse ippiche per equipararle alle altre scommesse sportive. Questi sono due dei principali temi dibattuti nella riunione della Consulta dell'ippica, presso la sede del Masaf, alla presenza del ministro Francesco Lollobrigida e del sottosegretario Patrizio La Pietra. Nell'ottica di consolidamento e crescita della direzione ippica, fortemente voluta dal sottosegretario La Pietra, sono stati nominati coordinatori l'avvocato Stefano Sedia, per le corse al trotto, l'avvocato Mauro Lombardo per il galoppo e Tamara Carla Papiccio per la programmazione corse, organizzazione e gestione corse tris. Alla riunione ha preso parte anche il direttore delle Dogane e dei Monopoli, Mario Lollobrigida, che è intervenuto per la prima volta presso il Masaf, a testimonianza concreta di un forte impegno dell'agenzia sul tema delle scommesse ippiche. A commento della significativa presenza alla riunione della Consulta della rappresentanza dell'agenzia delle Dogane e dei Monopoli, il sottosegretario La Pietra ha dichiarato: “In tema di riforme delle scommesse bisogna allineare il prelievo delle scommesse ippiche a quota fissa, ora al 45%, a quello delle scommesse sportive e delle virtuali, attualmente sottoposte a un prelievo pari al 22%. Dobbiamo evitare il persistere di questa disparità di prelievo rispetto a sportive e virtuali che spinge i concessionari a deprimere l'offerta di scommesse ippiche. Per fare questo – ha proseguito il sottosegretario La Pietra – bisogna procedere a un aggiornamento dei regolamenti di gioco per le scommesse ippiche, sul quale ho registrato la positiva disponibilità di tutti i soggetti interessati alla realizzazione di un processo graduale, ma irrinunciabile se vogliamo migliorare il sistema attualmente in vigore”.
Sempre in tema di scommesse i componenti della Consulta si sono confrontati sull'ipotesi di dare vita a un totalizzatore unico.
“Per quanto riguarda le scommesse a totalizzatore, – ha dichiarato il sottosegretario La Pietra – bisogna superare il modello attuale, basato su due totalizzatori, in parte concepiti su modelli e su una tecnologia obsoleta, per creare un totalizzatore unico e permettere una gestione del totalizzatore decentralizzata, così da favorire un processo innovativo che è non solo auspicabile, ma doveroso. Anche su questo punto abbiamo riscontrato la disponibilità a collaborare da parte dell'agenzia delle Dogane e dei Monopoli”.

0 0 votes
Vota l'articolo
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
13,699FollowersFollow

Leggi anche

Articoli correlati

0
Would love your thoughts, please comment.x