Asmae Dachan Cavaliere della Repubblica: crociata cattocomunista pro islam integralista

Condivido pienamente la contrarietà manifestata dall’On. Meloni e dai Senatori Romani e Gasparri riguardo al conferimento dell’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica italiana ad Asmae Dachan. Si tratta in tutta evidenza di un gesto politico, che genera grande inquietudine e preoccupazione per la natura fondamentalista dell’Islam che le istituzioni sembrano voler promuovere come rappresentativo della comunità islamica in Italia.

Il velo dei presunti meriti giornalistici e di operatrice di pace, addotti dall’Ordine dei Giornalisti delle Marche a giustificazione della sua proposta di conferimento ad Asmae Dachan della più alta onorificenza della Repubblica italiana, serve infatti ad oscurare agli occhi dell’opinione pubblica la realtà della dimensione religiosa e culturale a cui Asmae Dachan appartiene: quella dell’UCOII, l’Unione delle Comunità Islamiche in Italia fondata guarda caso ad Ancona nel 1990 dal padre della neo-Cavaliere, Nour Dachan, membro del ramo siriano dell’organizzazione transnazionale islamista dei Fratelli Musulmani.

Mentre il mondo arabo moderato continua a combattere per liberarsi dalla loro nefasta influenza politica, sociale, culturale e religiosa, e mentre gli Stati Uniti si accingono a designarli come organizzazione terroristica, in Italia i Fratelli Musulmani vengono insigniti di premi e riconoscimenti con l’avallo del Capo dello Stato, nonché d’incarichi politici grazie al sodalizio con i partiti di sinistra, a cominciare dal PD.

La Primavera Italiana dei Fratelli Musulmani è tuttavia destinata a sfociare in un inverno islamista, sulla falsariga di quanto accaduto in Medio Oriente e Nord Africa con la cosiddetta Primavera Araba. Il fondamentalismo dei Fratelli Musulmani è già ben radicato in Italia più che nel resto d’Europa, grazie ai cospicui finanziamenti provenienti dal Qatar, come documentato senza tema di smentita nelle pagine del libro “Qatar Papers”. Decine di milioni di euro sono infatti piovuti nelle casse dell’UCOII e delle associazioni ad essa affiliate, che sono centinaia in tutto il territorio nazionale.

La benedizione del Colle all’ordinazione cavalleresca di Asmae Dachan e la difesa del riconoscimento, tanto spassionata quanto inconsistente nelle argomentazioni, dei deputati PD marchigiani Mario Morgoni, Alessia Morani e Francesco Verducci, è la ciliegina sulla torta della cena ospitata dal Quirinale lo scorso 19 novembre in onore dell’emiro del Qatar, a conferma dell’esistenza della volontà politica di elevare i Fratelli Musulmani a interlocutore privilegiato, se non unico, dello Stato italiano in rappresentanza dell’intera comunità islamica.

Tale volontà sta trovando un’influente sponda nel quotidiano Avvenire, la cui deriva a sinistra, più à sinistra dell’Unità e forse anche de Il Manifesto, sta oggettivamente trasformando l’organo di stampa cattolico in ardente sostenitore dei Fratelli Musulmani, al punto da negarne o ometterne i legami di discendenza con l’UCOII (a tal proposito, si legga l’apologia di Asmae Dachan elaborata sabato 1 giugno dalla malcapitata Lucia Capuzzi, insieme all’editoriale del sociologo Ambrosini del 4 maggio).

La crociata cattocomunista a favore dei Fratelli Musulmani dovrà però scontrarsi con la ferma opposizione dei tanti musulmani laici e moderati che rifiutano il tentativo d’imporre Asmae Dachan come modello di donna musulmana per l’Italia del XXI secolo. Dal Quirinale in giù, tutti gli amici dei Fratelli Musulmani devono sapere che i musulmani laici e moderati non accetteranno mai l’egemonia islamista e continueranno a lottare affinché libertà e diritti prevalgano sul fondamentalismo anche in Italia.

Souad Sbai
Souad Sbai
Giornalista, scrittrice, Presidente del Centro Studi "Averroè"

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

17,665FansLike
3,533FollowersFollow

Leggi anche

Strage di Bologna. Quarant’anni senza verità.

Quarant’anni dopo abbattere il muro di menzogna sul 2 agosto del 1980 è più mai un preciso dovere patriottico. Un servizio alla giustizia, alla...

Tra i più letti

Conte annuncia abolizione del contante. “Sarà gentile e dolce”.

Per quanto riguarda il Cashless "vogliamo un'Italia piu' digitale, crediamo sia la strada per renderla piu' equa e inclusiva. Il contrasto all'economia sommersa, per rendere il...

Il filo ideologico che lega Bibbiano alla mamma multata a Reggio Emilia. Le dichiarazioni della Fangareggi.

Succede a Reggio Emilia, una mamma che è stata allontanata dal figliolo perché ritenuta inadeguata dai servizi sociali. Una di quelle tante storie di...

Migranti illegali costruiscono moschea abusiva nella sua proprietà. Residente greco di Lesbo denuncia alle autorità.

Una residente greca dell'isola di Lesbo ha presentato una denuncia dopo aver scoperto che i migranti illegali avevano costruito una moschea di fortuna sulla...

Articoli correlati

Strage di Bologna. Quarant’anni senza verità.

Quarant’anni dopo abbattere il muro di menzogna sul 2 agosto del 1980 è più mai un preciso dovere patriottico. Un servizio alla giustizia, alla...

La vera emergenza di Conte: la poltrona.

Giuseppe Conte lo ha spudoratamente fatto capire in diretta dal Senato: farebbe qualsiasi cosa pur di garantire “l’eccezione”, ossia se stesso, nello Stato. Già, altro...

La Meloni avverte Conte: no altre cessioni di sovranità.

Un conto – a differenza della collezione “horror” offerta dalla sinistra con i governi di centrodestra negli ultimi decenni – è sostenere senza se...

MES, Meloni mette all’angolo Conte: sia all’altezza del grande popolo che rappresenta.

Da un lato il timore di non avere il dispositivo interiore per farcela, il fatalismo di un premier che – nel suo discorso di...