Il Pakistan chiede a Facebook di censurare islamofobia, altrimenti ci sarà radicalizzazione

Il primo ministro pakistano Imran Khan ha criticato Emmanuel Macron sulle misure adottate dal leader francese per arginare la marea dell'Islam radicale. Khan, che all'inizio di quest'anno ha provocato stupore con il suo saluto al defunto leader di al-Qaeda Osama bin Laden omaggiandolo come un "martire", il mese scorso ha invitato le Nazioni Unite (ONU) a sostenere la messa fuorilegge universale delle critiche, derisione e altre espressioni ritenute offensive per i musulmani.

139 views

Caro signor Zuckerbcrg,
Vi scrivo per attirare la vostra attenzione sulla crescente islamofobia che sta incoraggiando l’odio, l’estremismo e la violenza in tutto il mondo e soprattutto attraverso l’uso di piattaforme di social media tra cui Facebook. Apprezzo che abbiate fatto il passo di vietare giustamente qualsiasi post che critica o mette in discussione l’Olocausto, che è stato il culmine del pogrom nazista degli ebrei in Germania e in tutta Europa, mentre i nazisti si diffondevano in tutta Europa.

Tuttavia, oggi assistiamo a un simile pogrom contro i musulmani in diverse parti del mondo. Purtroppo, in alcuni Stati, ai musulmani vengono negati i diritti di cittadinanza e le loro scelte personali democratiche, dall’abbigliamento al culto. In India, le leggi e le misure anti-musulmane, come il CAA e la NRC, così come le uccisioni mirate di musulmani e l’incolpare i musulmani del virus Corona, riflettono l’abominevole fenomeno dell’islamofobia. In Francia, l’Islam è stato associato al terrorismo e la pubblicazione di vignette blasfeme contro l’Islam è stata autorizzata.

Questo porterà a un’ulteriore polarizzazione e marginalizzazione dei musulmani in Francia. Come faranno i francesi a distinguere tra i cittadini musulmani estremisti radicali e la cittadinanza musulmana tradizionale dell’Islam? Abbiamo visto come l’emarginazione porta inevitabilmente all’estremismo – qualcosa di cui il mondo non ha bisogno.

Dato il dilagante abuso e la diffamazione dei musulmani sulle piattaforme dei social media, le chiedo di mettere un simile divieto di islamofobia e di odio contro l’Islam per Facebook che lei ha messo in atto per l’Olocausto. Il messaggio di odio deve essere vietato in totale – non si può inviare un messaggio che, mentre i messaggi di odio contro alcuni sono inaccettabili, questi sono accettabili contro altri. Né il mondo deve aspettare che un pogrom contro i musulmani, che è in corso in paesi come l’India e nel Jammu e Kashmir occupato illegalmente dall’India, sia completato prima che l’islamofobia sia bandita. Questo di per sé riflette pregiudizi e pregiudizi che favoriranno un’ulteriore radicalizzazione.

Redazione
Redazione
La Redazione de La Voce del Patriota
Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Seguici e resta aggiornato

17,961FansLike
4,057FollowersFollow

Leggi anche

L’ONU annuncia il grande fratello globale dei social media.

Le Nazioni Unite si sono unite al World Economic Forum (WEF) per annunciare un servizio di notizie globale sul coronavirus, dichiarando che è giunto...

Tra i più letti

Conte annuncia abolizione del contante. “Sarà gentile e dolce”.

Per quanto riguarda il Cashless "vogliamo un'Italia piu' digitale, crediamo sia la strada per renderla piu' equa e inclusiva. Il contrasto all'economia sommersa, per rendere il...

Il filo ideologico che lega Bibbiano alla mamma multata a Reggio Emilia. Le dichiarazioni della Fangareggi.

Succede a Reggio Emilia, una mamma che è stata allontanata dal figliolo perché ritenuta inadeguata dai servizi sociali. Una di quelle tante storie di...

Migranti illegali costruiscono moschea abusiva nella sua proprietà. Residente greco di Lesbo denuncia alle autorità.

Una residente greca dell'isola di Lesbo ha presentato una denuncia dopo aver scoperto che i migranti illegali avevano costruito una moschea di fortuna sulla...

Articoli correlati

L’ONU annuncia il grande fratello globale dei social media.

Le Nazioni Unite si sono unite al World Economic Forum (WEF) per annunciare un servizio di notizie globale sul coronavirus, dichiarando che è giunto...

Il Software accusato dei brogli elettorali USA è realizzato in Serbia

Emerald Robinson, giornalista statunitense di Newsmax e reporter della Casa Bianca, ha rivelato che le macchine per il voto, che il presidente Donald Trump...

Orbàn: “L’Europa non si sottometta al network di Soros”.

Il Primo Ministro dell'Ungheria, Viktor Orbàn, risponde ad un articolo del finanziere George Soros apparso il 18 novembre scorso sul sito Project Syndicate, in...

Migranti illegali +1000%. Spagna invia polizia in Africa per fermarli.

Circa 17.000 migranti sono approdati sulle isole spagnole nel 2020, una destinazione popolare per vacanzieri e pensionati provenienti da Gran Bretagna, Germania e altri...
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x