L.Bilancio. Fratelli d’Italia impegnata in Commissione Bilancio. Più risorse per famiglie, contro le barriere architettoniche e per le associazioni sportive. Fare di più contro la violenza delle donne e per la categoria degli autisti

Ridurre la pressione fiscale sulle famiglie, chiarezza sull’assegno unico universale, investimenti per abbattere le barriere architettoniche; ma anche attenzione al tema delle vittime di violenza con stanziamento di risorse e la richiesta di un’inversione di tendenza rispetto al mondo del mondo sportivo sempre più abbandonato; e infine interventi a favore della categoria degli autisti.

Questi sono alcuni dei temi su cui i senatori di Fratelli d’Italia sono intervenuti nel corso della seduta della Commissione Bilancio del Senato che ieri ha iniziato l’esame degli emendamenti alla legge di Bilancio.

“Come Fratelli d’Italia – ha spiegato il vicepresidente vicario del gruppo al Senato di Isabella Rauti – riteniamo che sia necessario ridurre la pressione fiscale in favore delle famiglie, adeguando la tassazione in relazione alla composizione del nucleo familiare. A questo va aggiunta la riduzione delle aliquote IRPEF anche perchè riguardo all’assegno unico universale – che dovrebbe entrare in vigore a marzo dopo mesi di disperanti rinvii- non si conosce il ‘quantum’; senza contare che questo assegno insieme all’eliminazione delle detrazioni non determinerà un alleggerimento della pressione fiscale sulle famiglie, aggravata per l’appunto dalla disparità di aliquote”.

“Inoltre – continua la senatrice Rauti – abbiamo voluto dare un segnale concreto al mondo della disabilità, chiedendo con alcuni nostri emendamenti di investire attraverso incentivi per l’eliminazione delle barriere architettoniche”. Infine, sul tema della violenza alle donne, conclude la senatrice di FdI, “abbiamo presentato emendamenti per chiedere un aumento dell’assegno di autonomia a chi è vittima di violenza. Riteniamo che debba essere superiore a quanto previsto dal cosiddetto reddito di libertà, inoltre nel Fondo antiviolenza chiediamo di vincolare dei fondi per il recupero e l’inserimento lavorativo e sociale delle donne vittime dei trafficanti di esseri umani”.

Sul fronte dello sport il senatore Claudio Barbaro ha puntato il dito “sulla politica del governo che ha progressivamente rinunciato ad investire sullo sport. Rileviamo, anzi, un’inversione negativa di tendenza che oggi ha portato l’intero mondo sportivo a non avere risposte e risorse sufficienti per affrontare la crisi. Dalla rinuncia del ministero, al PNRR fino a questa legge di Bilancio c’è un filo conduttore negativo che chiediamo di spezzare. Bisogna alleggerire i problemi e le difficoltà delle singole associazioni attraverso l’introduzione di un ‘bonus wellness’ mutuato da quello utilizzato per il comparto termale. E poi un credito d’imposta che vada ad abbattere i costi dei canoni di locazione, che rappresentano quei costi fissi rimasti inalterati a fronte però di un calo del fatturato registrato di circa il 50 per cento. Chiediamo perciò più risorse per il mondo sportivo in questa manovra”.

Più risorse che chiede anche il senatore Massimo Ruspandini, capogruppo in Commissione Lavori Pubblici per la categoria degli autisti: “Ogni anno si perdono migliaia di posti di proprio a causa della difficoltà di conseguire le patenti. Un settore su cui grava anche la concorrenza sleale proveniente dall’estero. Il governo non può rimanere a guardare, ma deve investire e creare opportunità di sviluppo. Per questo abbiamo presentato emendamenti che riguardo le patenti di guida estendano il bonus patenti a tutte la categoria di autisti. Su questo ci auguriamo che governo e maggioranza vogliano confrontarsi, evitando di fuggire nel voto di fiducia”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
7,672FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati