giovedì, Ottobre 1, 2020

La Merkel vuole i dati personali e le password di chi incita all’odio online

Il governo di Angela Merkel sta preparando un nuovo disegno di legge che costringerà i fornitori di servizi Internet a consegnare dati, comprese le password, di coloro che sono accusati di impegnarsi in incitamenti all’odio online o hate speech come è di moda chiamarlo oggi.

Il ministro della giustizia Christine Lambrecht, membro dei socialdemocratici (SPD), sta preparando il disegno di legge, che costringerà i fornitori di servizi, gli host di posta elettronica, i rivenditori online e altri a fornire al governo nomi utente, password, indirizzi IP e altri dati secondo quanto riporta MDR .

Lambrecht è stata criticata da molti per la proposta, con il responsabile della protezione dei dati  Johannes Johannes Caspar che lo ha definito un attacco alla privacy.

“La lotta contro i brutti fenomeni dell’estremismo di destra e del crimine d’odio sembra fungere da apripista per un’espansione completa dei poteri di controllo statale”, ha avvertito.

Il ministro tedesco ha difeso se stessa e il disegno di legge, sostenendo che le password e i dati sarebbero stati richiesti solo per ordine del tribunale e solo in casi gravi.

“Non si tratta di chiedere password in massa, è una rappresentazione completamente sbagliata e non è affatto il punto e lo scopo”, ha detto.

La parlamentare tedesca Joana Cotar di Alternative für Deutschland ha affermato che la proposta di legge è una “lotta contro la libertà di Internet” e sostiene che potrebbe esse utilizzata per mettere a tacere i cittadini critici nei confronti del governo tedesco.

L’estrema sinistra di Die Linke è d’accordo con l’AfD, accusando il governo di istituire uno stato di sorveglianza.

La Germania ha già una delle leggi più draconiane in materia di “odio” sui social media, come la legislazione che  impone multe fino a 50 milioni di euro alle società di social media che non rimuovono i contenuti di odio in modo tempestivo.

Le autorità tedesche sono anche note per aver effettuato veri e propri raid su larga scala di cittadini accusati di diffondere discorsi di odio online, con un blitz del 2016 che ha visto perquisire 60 case in 14 stati.

Fonte: Breitbart

Redazione
Redazione
La Redazione de La Voce del Patriota
Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Seguici e resta aggiornato

17,843FansLike
3,731FollowersFollow

Leggi anche

Corsi per Imam e accordo di Faro: L’Italia rinuncia a se stessa nel silenzio generale

Negli scorsi giorni, il Ministro Alfonso Bonafede ha confermato la sua volontà di avviare corsi per Imam finalizzati a dare assistenza spirituale in carcere...

Tra i più letti

Conte annuncia abolizione del contante. “Sarà gentile e dolce”.

Per quanto riguarda il Cashless "vogliamo un'Italia piu' digitale, crediamo sia la strada per renderla piu' equa e inclusiva. Il contrasto all'economia sommersa, per rendere il...

Il filo ideologico che lega Bibbiano alla mamma multata a Reggio Emilia. Le dichiarazioni della Fangareggi.

Succede a Reggio Emilia, una mamma che è stata allontanata dal figliolo perché ritenuta inadeguata dai servizi sociali. Una di quelle tante storie di...

Migranti illegali costruiscono moschea abusiva nella sua proprietà. Residente greco di Lesbo denuncia alle autorità.

Una residente greca dell'isola di Lesbo ha presentato una denuncia dopo aver scoperto che i migranti illegali avevano costruito una moschea di fortuna sulla...

Articoli correlati

Corsi per Imam e accordo di Faro: L’Italia rinuncia a se stessa nel silenzio generale

Negli scorsi giorni, il Ministro Alfonso Bonafede ha confermato la sua volontà di avviare corsi per Imam finalizzati a dare assistenza spirituale in carcere...

Ustica, la verità fa male, ma a chi? Governo proroga di 8 anni il segreto di Stato

Ustica, una verità che potrebbe fare molto male, almeno secondo il Governo Conte che per ora non "vuota il sacco" su quei tragici avvenimenti. Per...

Migranti in attesa di rimpatrio si ribellano e feriscono carabiniere.

Atti vandalici e oggetti dati alle fiamme all'interno del cpr di Gradisca d'Isonzo in provincia di Gorizia, dove ieri sera è scoppiata una rivolta...

Statua di Gesù bambino in frantumi. Chiesa chiude dopo ripetuti attacchi vandalici.

Tre statue sono state distrutte presso la chiesa di Saint-André nel comune francese di Niort dopo che la chiesa stessa ha subito almeno tre...
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x