La Porta – D’Ambrosio (FdI-AU): “Gravissime mail CGIL ad account studenteschi per invito a contestazione. Altro che studenti indipendenti”

“Non sono ancora finite le manifestazioni che il vero volto del No Day è stato svelato: altro che universitari scesi in piazza per il diritto allo studio! Qui di spontaneo non c’è nulla. È stata la CGIL di Firenze a chiamare a raccolta, in maniera maldestra e mal riuscita, gli studenti per contestare il governo a poche settimane dal suo completo. Quest’ultima, infatti, con una nota inoltrata a tutta la popolazione studentesca dell’Università degli Studi di Firenze, ha invitato gli studenti fiorentini, tramite un account interno all’ateneo a scendere in piazza. “Mobilitazione studentesca 18 novembre: i precari università a fianco degli studenti”, è l’oggetto della mail arrivata ai ragazzi.
Questo sarebbe il modo dei sindacati e delle sigle di sinistra di tutelare gli studenti universitari? Facendo accedere alle banche dati dell’Università un sindacato? Quanto accaduto è vergognoso e inaccettabile. Il Rettore Alessandra Petrucci è chiamata a chiarire quanto accaduto il prima possibile indagando sui responsabili”.

Lo dichiarano congiuntamente l’on. Chiara La Porta, deputata di Fratelli d’Italia e Nicola D’Ambrosio, presidente di Azione Universitaria.

1 commento

  1. È vano, purtroppo, attendersi da certe sigle sindacali un serio ed onesto contributo alla soluzione dei problemi del lavoro, che si aggravano ogni giorno di più. Nel presente caso, trovo sconcertante e scorretta quanto mai l’invasione di campo operata dalla CGIL. È questo il suo apporto alla formazione delle coscienze dei nostri giovani connazionali?!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
11,340FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati