Legge Zan, Zucconi (FdI): celebrazioni e ora anti-omofobia alle elementari e norme liberticide

“In riferimento all’approvazione dell’ emendamento a firma Pd al ddl Zan, che prevede lezioni contro l’omofobia in tutte le classi di ogni ordine e grado, ritengo assurdo e assolutamente non necessario coinvolgere i bambini delle scuole elementari. Tenendo presente che il percorso della scuola primaria inizia all’età di sei anni – se non addirittura a cinque anni e mezzo per alcuni bambini – vorrebbe dire che già a questa età i piccoli alunni sarebbero costretti ad affrontare temi quali l’omofobia, la lesbofobia, la bifobia e la transfobia in un modo che ritengo inaccettabile.
Un articolo della che inoltre si somma alla già istituita giornata nazionale contro l’omofobia, che vuole sì promuovere la cultura dell’inclusione, ma lo fa inserendo punti delicati quali l’orientamento sessuale e l’identità di genere; temi che andrebbero affrontati in altre sedi e soprattutto da persone più adulte.

E’ chiaro che con lezioni in aula e celebrazioni nazionali il rischio indottrinamento è alto, con possibili e pericolose derive liberticide: la gravità non solo sta nel fatto che si coinvolgono minori (la cui educazione sessuale dovrebbe avere altri ambiti e soglie di età) ma anche che così facendo si andrebbe a togliere il ruolo di primaria educazione alle famiglie, da sempre messa al bando dal mondo Lgbt.
Da qui a istituire un vero e proprio ‘reato di opinione’ il passo è breve: se così dovesse essere, si andrebbe a minare la libertà di pensiero, cardine della nostra carta costituzionale, un rischio concreto assolutamente intollerabile in democrazia”.

Riccardo Zucconi, Deputato Fratelli d’Italia

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
7,120FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati