martedì, Agosto 11, 2020

L’Europa condanna il comunismo. È ora di togliere onoreficenza a Tito

Anche dal Parlamento Europeo ogni tanto arrivano delle buone notizie: finalmente anche il comunismo viene condannato per i milioni di morti che i regimi dell’est Europa hanno causato fino al 1989.

Troppi sono i crimini per i quali nessuno ha pagato ma ce ne sono alcuni che hanno colpito noi italiani più di altri:
quelli commessi dal Maresciallo Tito e dai partigiani comunisti dal 1943 e anche dopo la fine della guerra a Trieste e Gorizia, in Istria, a Fiume e in Dalmazia.

Una vera e propria pulizia etnica che ha colpito gli italiani dell’adriatico orientale per annettere delle terre storicamente di cultura e identità italiana alla nascente Jugoslavia comunista.

Fratelli d’Italia è da sempre in prima linea nel ricordare la tragedia delle foibe e dell’esodo e nel richiedere giustizia per chi ha sofferto per la sola “colpa” d’essere italiano.

E oggi che anche l’Europa riconosce l’intrinseca criminalità dei regimi comunisti è il momento di mettere fine a un’ingiustizia troppo a lungo patita.

È ora di togliere l’onorificenza all’Ordine al Merito della Repubblica Italiana vergognosamente concessa al Maresciallo Tito.

Fratelli d’Italia ha presentato con Luca De Carlo alla Camera e Luca Ciriani al Senato una proposta in tal senso.
“A questo punto chiedo con fermezza che anche l’Italia sia coerente con quanto riconosciuto in Europa e si appresti ad approvare con la massima urgenza la mia proposta di legge depositata in Parlamento da circa un anno per la revoca delle onorificenze dell’Ordine al merito della Repubblica italiana a Josip Broz Tito, il sanguinario «maresciallo Tito» – dichiara l’On. Luca De Carlo FdI che nel suo ruolo di Sindaco di Calalzo di Cadore ha intitolato l’aula consiliare a Norma Cossetto – E’ assurdo pensare che dal 1970 l’Italia riconosca al Presidente della Repubblica socialista federativa di Jugoslavia, l’onorificenza dell’Ordine al merito della Repubblica italiana – cavaliere di gran croce, decorato di gran cordone, mentre dal resto d’Europa prendiamo lezioni di civiltà e di opportunità fino al punto di esporci alla critica per l’apposizione di una statua in onore di Gabriele D’Annunzio. Sono ben altri i titoli d’onore che l’Italia deve rivedere, non presto, ma adesso!”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

17,726FansLike
3,562FollowersFollow

Leggi anche

Esclusivo: il documento di Fratelli D’Italia che già ad aprile spiegava l’inutilità del lockdown totale

Dalla desecretazione dei verbali del comitato tecnico scientifico è emerso un dato oggettivo, secondo le indicazioni fornite al Governo le misure di contenimento del...

Tra i più letti

Conte annuncia abolizione del contante. “Sarà gentile e dolce”.

Per quanto riguarda il Cashless "vogliamo un'Italia piu' digitale, crediamo sia la strada per renderla piu' equa e inclusiva. Il contrasto all'economia sommersa, per rendere il...

Il filo ideologico che lega Bibbiano alla mamma multata a Reggio Emilia. Le dichiarazioni della Fangareggi.

Succede a Reggio Emilia, una mamma che è stata allontanata dal figliolo perché ritenuta inadeguata dai servizi sociali. Una di quelle tante storie di...

Migranti illegali costruiscono moschea abusiva nella sua proprietà. Residente greco di Lesbo denuncia alle autorità.

Una residente greca dell'isola di Lesbo ha presentato una denuncia dopo aver scoperto che i migranti illegali avevano costruito una moschea di fortuna sulla...

Articoli correlati

Esclusivo: il documento di Fratelli D’Italia che già ad aprile spiegava l’inutilità del lockdown totale

Dalla desecretazione dei verbali del comitato tecnico scientifico è emerso un dato oggettivo, secondo le indicazioni fornite al Governo le misure di contenimento del...

Caos riapertura scuole: rimandare i problemi non servirà a risolverli

Andrà tutto bene. E’ stato lo slogan delle difficili e dolorose settimane di lockdown dovute alla pandemia e continua tutt'ora ad essere il mantra...

ONG, uno studio mostra legami con i trafficanti di uomini

Il fenomeno dell’immigrazione clandestina, da anni ormai, rappresenta una delle cause, anche se non la maggiore, di quel mix crescente di tensioni sociali che...

DDL Scalfarotto – Zan: una legge liberticida per tutti, può davvero tutelare alcuni?

Non più tardi di qualche giorno fa, a Pescara un ragazzo gay è stato accerchiato e malmenato da un branco: la motivazione sarebbe da...