L’ex giocatore della NFL George Atkinson III, 27 anni, muore 1 anno dopo la morte del fratello gemello per suicidio

Un grave lutto ha colpito lo sport professionistico americano. George Atkinson III, un ex giocatore di football americano, in forze al Notre Dame e nella NFL, attualmente quotato free agent di giocatori,  è morto lunedì scorso all’età di 27 anni, secondo alcune dichiarazioni non ufficiali trapelate dall’ambiente.

Pete Sampson di The Athletic ha twittato la notizia lunedì sera tardi, sostenendo che anche George, come suo fratello Josh prima di lui, soffriva ultimamente di una forma piuttosto invasiva di depressione. Per ora non si conosce assolutamente la causa della morte del giovane atleta. George Atkinson III era stato anche un atleta eccezionale nella squadra di atletica della sua scuola, dove aveva gareggiato come velocista prima di decidersi di passare al football.

La prematura fine di George arriva circa un anno dopo quella del fratello gemello, il running back Josh Atkinson, venuto a mancare a causa di un suicidio lo scorso dicembre. Figli del campione del Super Bowl George Atkinson II, entrambi i fratelli giocato per il Notre Dame Fighting Irish a partire dal 2011.

George ha giocato a football universitario fino al 2013 prima di passare alla NFL, dove ha militato professionalmente per gli Oakland Raiders e i Cleveland Browns.

In una lettera aperta scritta ad ottobre, George ha parlato delle sue lotte interiori per riuscire a superare il dolore che il lutto per il  fratello gemello gli aveva procurato. Intitolata “Come ho trasformato le mie perdite in lezioni” e pubblicata da The Unsealed, la lettera racconta la perdita della madre, morta a causa delle complicazioni del morbo di Crohn e che soffriva anche di schizofrenia paranoica e di come la tragedia avesse pesato su Josh. Pare che la donna usasse il crack come auto-medicazione, e comunque la sua instabilità aveva molto influenzato la giovinezza dei figli almeno fino al loro 13esimo anno di età, quando il padre li aveva tolti alla donna e li aveva portati a vivere con lui.

Scrive George: “Le nostre vite non sono mai state stabili. Ci siamo spostati molto perché mia madre non avrebbe potuto pagare l’affitto o perché danneggiava la proprietà, scrivendo sui muri. Alla fine, avevano sistemato  mio fratello e me in classi ‘di educazione speciale’ perché non frequentavamo regolarmente la scuola, il che ha influito sulla nostra autostima.”

Ora, se si dovesse stabilire che anche George ha deciso di farla finita, ci sarebbe parecchio da discutere sulle condizioni mentali dei due gemelli, che forse avevano ereditato dalla mamma qualche particolare fragilità e che sicuramente non sono stati aiutati abbastanza.

Resta comunque il grande dolore per l’ennesima giovane vita che se ne va.

RK Montanari
RK Montanarihttps://www.lavocedelpatriota.it
Viaggiatrice instancabile, appassionata di fantasy, innamorata della sua Italia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

17,723FansLike
3,554FollowersFollow

Leggi anche

Giudice di pace annulla sanzione anticovid: i DPCM atti degni del regime autoritario cinese.

Una sentenza articolata e ampiamente motivata, con la quale in buona sostanza il giudice disapplica gli atti amministrativi su cui si basava il verbale...

Tra i più letti

Conte annuncia abolizione del contante. “Sarà gentile e dolce”.

Per quanto riguarda il Cashless "vogliamo un'Italia piu' digitale, crediamo sia la strada per renderla piu' equa e inclusiva. Il contrasto all'economia sommersa, per rendere il...

Il filo ideologico che lega Bibbiano alla mamma multata a Reggio Emilia. Le dichiarazioni della Fangareggi.

Succede a Reggio Emilia, una mamma che è stata allontanata dal figliolo perché ritenuta inadeguata dai servizi sociali. Una di quelle tante storie di...

Migranti illegali costruiscono moschea abusiva nella sua proprietà. Residente greco di Lesbo denuncia alle autorità.

Una residente greca dell'isola di Lesbo ha presentato una denuncia dopo aver scoperto che i migranti illegali avevano costruito una moschea di fortuna sulla...

Articoli correlati

Giudice di pace annulla sanzione anticovid: i DPCM atti degni del regime autoritario cinese.

Una sentenza articolata e ampiamente motivata, con la quale in buona sostanza il giudice disapplica gli atti amministrativi su cui si basava il verbale...

Strage di Bologna, Veronesi: veri responsabili mai stati puniti.

"Mi porto dietro l'amarezza di un caso, forse il più eclatante, sanguinoso e impressionante al quale abbia assistito nella mia vita, in cui si...

Video: Rom offre bimbo per abusi in spiaggia, arrestato prima del linciaggio.

Un nomade, probabilmente un ROM è stato fermato dopo avere rischiato il linciaggio sulla spiaggia di Ostia per avere a più riprese tentato di...

28 anni fa la strage di via D’Amelio. L’Italia ricorda Paolo Borsellino  

È giusto ricordare, è giusto non cancellare. Erano le 16:58 del 19 luglio di 28 anni fa quando un’autobomba nel centro di Palermo uccise...