Livorno, : “Ireos tratta rifiuti senza parere sanitario dell’Asl”

Mozione in consiglio regionale di Alessandro Capecchi

“A Livorno l’impianto di trattamento rifiuti gestito da Ireos opera senza aver ricevuto il parere sanitario dell’Asl, motivo per il quale le autorità competenti dovrebbero, a nostro parere, aver richiesto ulteriori approfondimenti in merito all’attività dell’impianto. La Regione Toscana sembra non essersi posta il dubbio e, con un decreto dirigenziale, ha concesso con leggerezza l’autorizzazione a Ireos per trattare rifiuti sia pericolosi che non, pur senza aver ottenuto un parere sanitario dall’Asl che garantisca ai cittadini che non corrono alcun pericolo per la loro salute”. Lo dichiara il consigliere regionale e vicepresidente della commissione Ambiente Alessandro Capecchi primo firmatario di una mozione presentata dal gruppo in consiglio regionale sulla vicenda dell’autorizzazione a Ireos spa.

“La Regione Toscana, governata ed amministrata, da sempre, dal Pd, sembra avere una predilezione circa la mala gestione nel trattamento dei rifiuti, ogni tanto facendolo in maniera colposa e ogni tanto in maniera dolosa. Fratelli’ d’Italia, anche a Livorno, vigilerà sempre e con estrema attenzione affinché il diritto alla salute dei cittadini sia sempre una priorità, per questa amministrazione comunale”. Lo dichiara il presidente provinciale di Livorno Giacomo Lensi.

“Non siamo a mettere in discussione il delle aziende e la gestione dell’impianto di trattamento rifiuti, quello che chiediamo è che ai livornesi venga garantito che l’impianto non è dannoso per l’ambiente e per la salute pubblica. La Asl competente si è chiusa in un silenzio assordante e preoccupante, ma non demorderemo finché non avremo le risposte che chiedono i cittadini”, aggiunge il consigliere comunale Andrea Romiti, primo firmatario di una mozione sulla necessità di ricevere un parere sanitario dall’Asl su Ireos approvata all’unanimità dal consiglio comunale di Livorno lo scorso 17 giugno.

“Il passato di Ra.Ri, oggi sede di Ireos, non è dei più trasparenti, fino 2019 l’ex impianto Ra.ri è stato sottoposto a sequestro preventivo dalla Dda di Firenze per traffico illecito di rifiuti – afferma Capecchi -. Con la nostra mozione chiediamo alla giunta di attivarsi al fine di procedere alla Valutazione integrata di impatto ambientale e sanitario, come già richiesto dalla mozione approvata in consiglio comunale a Livorno”.

“È chiaro ormai che non esistono studi sugli effetti provocati dalle emissioni dell’impianto sulla salute pubblica – conclude il consigliere regionale -, perciò chiediamo alla giunta di richiedere al più presto all’Asl Toscana Nord Ovest di emettere il parere sanitario sull’impianto di Ireos spa”.

Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
6,522FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x