Livorno, Romiti: cosa faremo per ospedale, porto, lavoro, turismo

Ospedale, lavoro, casa: sono stati questi i temi sui quali sono stati chiamati a rispondere i candidati sindaci di Livorno durante l’incontro di martedì scorso in Vescovado. Di fronte a Monsignor Giusti e alle organizzazioni cattoliche, i nove contendenti alla poltrona di primo cittadino hanno detto la loro a partire dal progetto per il nuovo nosocomio: una struttura di 5 piani con seminterrato che occuperà 2 ettari di terreno e per la quale la Regione deve ancora reperire le risorse necessarie. Sarà questione di anni, probabilmente 10. Dura la presa di posizione del candidato del centrodestra Andrea Romiti che mette in guardia e avvisa: “non vorremmo che il grande monoblocco previsto nel disegno diventasse un blocco emergenze, quindi solo un grande pronto soccorso. Livorno merita di più e se Rossi non ci riesce, ci riuscirà fra un anno il nostro presidente della regione”.

Romiti ha anche replicato con fermezza alle parole di Luca Salvetti che aveva detto che  “la destra è ingenerosa con la livornese che ha grandi eccellenze da valorizzare”. Nei due minuti di tempo concessi per esprimere la sua opinione sul progetto il candidato del centrodestra si è infatti limitato a ricordare il numero dei posti letto, il cronico ritardo per alcuni tipi di esami e soprattutto a manifestare perplessità sulla scelta di costruire un nuovo monoblocco, equiparato ad un grande pronto soccorso.

 “Vogliamo un ospedale moderno e che funzioni, ha detto Romiti, siamo passati dall’abbandono del progetto di ristrutturazione per arrivare alla scelta di una nuova costruzione per la quale si ritengono necessari circa 10 anni e tanti milioni di euro neppure coperti. Rossi ha rinviato la firma dell’accordo di programma con il nuovo sindaco di Livorno: basterà aspettare un altro po’ e lui non sarà neanche più in Regione”.

Nessun attacco, quindi, alle eccellenze della livornese alcune delle quali presenti in sala, ma considerazioni che fanno riflettere sia sul contenitore (il nuovo ospedale avrà un impatto di cementificazione notevole con probabile distruzione di spazi verdi) che sulle unità operative e sui servizi che dovrà contenere.

Dal nuovo presidio ospedaliero alla politiche lavorative e quindi al porto: il candidato del centro destra Romiti ha ribadito come “il sia uno dei principi che guida la nostra azione, insieme a efficienza e legalità”. Un’amministrazione efficiente e un porto legale creano lavoro. Così come potrebbe creare molto il turismo. Siamo eredi di un piano strutturale che non ha visione e che ci blocca. Porremo rimedio e, tra le altre cose, oltre a Venezia faremo il centro commerciale naturale del Buontalenti. Questi sono due esempi concreti di cosa faremo noi, nei quartieri di Livorno”.

Dall’urbanistica al patrimonio pubblico immobiliare:”Sarò breve con un esempio: se abbiamo una casa da dare e abbiamo un italiano e uno straniero, noi la diamo all’italiano    

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
9,723FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati