L’odio della sinistra.

Scrofa, vacca e rana dalla bocca larga…questi gli appellativi usati da un professorone, uno di quelli che ha a che fare con l’educazione altrui, nei confronti della Meloni. Vedremo se è vero il principio inventato da questi soggetti dell’odiare ti costa. Nel frattempo possiamo tranquillamente dire che si sta attuando sulla la stessa costruzione narrativa che fu adottata, ma ora non più, con Salvini. La sinistra è talmente tanto allo sbaraglio di valori che l’unica cosa che gli rimane da fare è creare un nuovo “cattivo delle favole” un nuovo tòpos narrativo basato solo su insulti, l’unica cosa su cui sono preparati e che sanno fare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici e resta aggiornato

20,673FansLike
7,390FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati