: , governo muto su rapporti con multinazionale Philip Morris

“Il governo protegge la multinazionale Philip Morris a discapito dei malati gravi e resta muto alla domanda su ipotesi di conflitto d’interessi”.

È quanto affermano in una nota congiunta i deputati di Fratelli d’Italia, Walter Rizzetto e Riccardo Zucconi, che hanno presentato un question time in commissione Attività produttive sui rapporti economici tra Davide e Philip Morris.

“Il – aggiungono i deputati di – vede conflitti d’interessi ovunque ma quando può spiegare le cose resta muto. Alle nostre richieste di chiarimento sui legami tra e Philip Morris, che secondo quanto riportato da alcuni media avrebbero condizionato l’intervento del legislatore nel settore delle sigarette elettroniche, non una parola della sottosegretaria Alessandra Todde, presente in commissione per il Mise. Appare ancora poco credibile che una grande multinazionale si rivolga alla srl di per delle consulenze. Ma al netto di questo, il problema si porrebbe sul potenziale indirizzamento delle decisioni politiche in Parlamento quanto è innegabile che la abbia ricevuto più di 2 milioni di euro da Philip Morris”.

“Sino ad oggi – concludono i deputati di Fratelli d’Italia – il ha bocciato ogni proposta per aumentare la tassazione sulle sigarette elettroniche. Perfino quando il ricavato del maggior gettito sarebbe andato per l’assistenza domiciliare dei malati gravi non ospedalizzabili a causa della pandemia, perché immunodepressi o con malattie croniche. Di fatto, i parlamentari del non consentono, ad oggi, di rimodulare le tasse nel settore neanche a tutela dei più deboli, in un grave periodo di emergenza”.

Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Seguici e resta aggiornato

18,274FansLike
4,191FollowersFollow

Leggi anche

Tra i più letti

Articoli correlati

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x